Senza categoria

Scanzi celebra Gaber

alt

Stagioni – Stasera alle 21 sul palcoscenico del Sociale di Como il giornalista del “Fatto Quotidiano” celebra il maestro del “teatro canzone”

Nell’anno delle ricorrenze, nel cartellone del bicentenario Teatro Sociale di Como, oggi, alle 21, non poteva mancare l’omaggio a Giorgio Gaber di Andrea Scanzi – una delle firme di punta del “Fatto Quotidiano”, autore del libro Ve lo do io Beppe Grillo (2008) e tra gli opinionisti più assidui nei talk show.
Nel decennale della sua scomparsa, lo spettacolo di Scanzi, giornalista, scrittore, opinionista catodico e, non meno importante, sommelier con il

buon vizio per il vino naturale, è quanto di meglio si possa pensare per ricordare il lavoro di Gaber e Luporini.
I tributi, che di questi tempi si sprecano, non fanno altro che dimostrare, ancora una volta, che confrontarsi con Gaber, cantandolo o peggio imitandolo, è un’operazione inutile e pericolosa. Se ne esce sempre sconfitti. Diversamente, lo spettacolo di Scanzi, prodotto dalla Fondazione Gaber, contiene la forza di chi, conoscendo profondamente Gaber, lo racconta lasciandolo protagonista del suo teatro canzone, di un cammino artistico che ha accompagnato tre decenni di storia italiana.
Gaber se fosse Gaber parte dagli anni ’70, da quella fuga dalla televisione che portò Giorgio a dare vita a una delle avventure teatrali più intense che si conoscano: filmati e immagini, elementi fondamentali dello spettacolo, si intrecciano a un racconto appassionato, puntuale e scorrevole, grazie al quale Scanzi cattura il pubblico per condurlo nell’universo gaberiano.
Una terra controversa, attraversata nel tempo dalla passione rivoluzionaria per la politica, dal disimpegno, dall’indignazione e dalla disillusione. Per impegno e sincerità il lavoro di Scanzi è paragonabile a quello di un testimone che ha saputo ricostruire, con onestà intellettuale e contagioso trasporto, una storia e la grandezza dei suoi contenuti. Anche quando dalle sue pagine emergono fragilità umane, dubbi, domande senza risposte. Coloro che frequentano Gaber da sempre apprezzeranno il rigore di uno show senza trucchi ruffiani per piacere a tutti. Con Gaber come se fosse Gaber. Come deve essere, nulla di più.
Ma la giornata di Scanzi a Como inizierà alla Feltrinelli di via Cesare Cantù, dove il giornalista, dialogando con Maurizio Pratelli, presenterà alle 18 il suo nuovo libro Non è tempo per noi. Quarantenni, una generazione in panchina (pp. 182, 17 euro) appena edito da Rizzoli. Un pamphlet che fa molto discutere sulla “generazione di mezzo”, quella degli italiani nati negli anni Settanta e soprattutto cresciuti negli anni Ottanta, senza un Sessantotto di mezzo e senza miti capaci di alimentare slanci di vitalità.

Nella foto:
Sopra, Andrea Scanzi durante una replica del suo omaggio a Giorgio Gaber. Sotto, il suo libro edito da Rizzoli
29 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime news
    Archivio
    Dicembre: 2018
    L M M G V S D
    « Nov    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  
    Numeri utili
    NUMERO UNICO DI EMERGENZA
    numero 112 lampeggianti
    farmacia Farmacie di turno farmacia

    ospedale   Ospedali   ospedale

    trasporti   Trasporti   trasporti
    Colophon

    Editoriale S.r.l.
    Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
    Tel: 031.33.77.88
    Fax: 031.33.77.823
    Info:redazione@corrierecomo.it

    Corriere di Como
    Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
    ROC 5370

    Direttore responsabile: Mario Rapisarda

    Font Resize
    Contrasto