Scappano da casa e dormono per strada: due 14enni ritrovati dopo 48 ore di ricerche

Como, stazione Como Borghi

Due giorni interi di ricerche. Questa mattina, nei pressi della stazione ferroviaria di Como Borghi, il felice epilogo della vicenda. A pochi giorni dalla scomparsa di due minorenni, tra Como e Villa Guardia, che «non sopportavano più le restrizioni del Covid», l’allarme è scattato nuovamente in città e in provincia per due 14enni, un ragazzo e una ragazza, residenti rispettivamente a Como e nell’Olgiatese, scomparsi dalla mattina di mercoledì. Questa volta il motivo della sparizione non sarebbe da ricercare nell’esigenza di libertà dopo il lockdown e la zona rossa, ma in altre questioni che non sono note.

In pratica, i due 14enni, entrambi del 2006, avrebbero dovuto recarsi a scuola nel giorno della riapertura degli istituti superiori. In classe, tuttavia, non ci sono mai arrivati e da quel momento sono scomparsi nel nulla. I genitori del ragazzo, spaventati, hanno chiesto aiuto alle volanti della Questura, quelli della ragazza ai Carabinieri della stazione di Appiano Gentile. Difficile si è rivelata l’individuazione, perché i due 14enni hanno tenuto il telefono spento quasi sempre. Tuttavia, dopo aver lavorato giorno e notte, carabinieri e polizia sono riusciti a circoscrivere l’area dove avrebbero potuto trovarsi. Questa mattina, alle 8.30, il giovane è stato fermato nei pressi della stazione di Como Borghi, mentre l’amica era poco distanze, in via Sirtori, ed è stata recuperata subito dopo.

Starebbero bene, anche se sono stati visitati per precauzione dal 118. Avrebbero trascorso due giorni senza ripararsi dal freddo e dormendo per strada, Per questo motivo sono stati trovati molto provati. I due 14enni sono stati già restituiti alle famiglie.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.