Scarcerazione di Pisani, ore di attesa

altIl pm avrebbe espresso parere negativo
(a.cam.) Sono ancora nella sede della Polizia stradale di Como gli ispettori inviati da Roma per passare al setaccio l’attività dell’ufficio.
In queste ore, intanto, è attesa la decisione del giudice sulla richiesta di scarcerazione presentata dal vicecomandante Gian Piero Pisani, al Bassone da una settimana. Il pm titolare dell’inchiesta avrebbe espresso parere negativo.

Pisani è l’unico tra i 5 arrestati a essere stato rinchiuso nel carcere del Bassone. Agli altri agenti, compreso il comandante Patrizio Compostella, sono stati invece concessi i domiciliari. In base a quanto trapela dalle indagini, proprio Pisani avrebbe giocato infatti un ruolo chiave nell’ambito di tutti i presunti comportamenti scorretti degli uomini della stradale, dalle centinaia di multe del tutor fatte sparire alle decine di contravvenzioni degli agenti stessi cancellate.

Tra i filoni di indagine al vaglio degli inquirenti – presumibilmente anche degli ispettori arrivati da Roma – compare pure l’alterazione dei registri delle contravvenzioni e delle statistiche, nazionali e regionali, relative proprio ai comportamenti scorretti degli automobilisti e alle violazioni al Codice della Strada.
La cancellazione illecita di centinaia di verbali avrebbe alterato i risultati dei monitoraggi e delle statistiche.

Nella foto:
La Polizia stradale di Como è sotto l’osservazione anche degli ispettori ministeriali

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.