Scattano gli Europei di canottaggio, lariani in prima fila. Da domani le regate a Lucerna

Coppa del Mondo a Linz: Sara Bertolasi e Alessandra Patelli

Grandi aspettative, per il canottaggio italiano e lariano alla vigilia dei Campionati europei, programmati in Svizzera, a Lucerna sulle acque del Rotsee. A poche ore dal via, fissato per domani alle ore 9, il direttore tecnico Francesco Cattaneo ha ufficializzato le 15 formazioni tra Senior e Pesi leggeri che fino al 2 giugno, si contenderanno i titoli in palio.
Una delle novità di maggiore rilievo è lo spostamento di Sara Bertolasi, tesserata con Milano e nello stesso tempo consigliere della Canottieri Lario. Dal “Due senza Senior” al “Quattro senza”: questa la decisione di Cattaneo con Bertolasi capovoga dell’equipaggio composto anche da Giorgia Pelacchi (Lario), Alessandra Patelli e Laura Meriano. L’Italia trova tra le principali avversarie le rumene Ioana Vrinceanu, Viviana-Juliana Bejinariu, Madalina Beres e Denisa Tilvescu, che da due anni consecutivi agli Europei hanno ottenuto la medaglia d’oro sull’”Otto” e ora sono state dirottate sul “Quattro”.
L’Italia ha dunque spostato sul “Quattro senza” le protagoniste del bronzo europeo 2018 Bertolasi e Alessandra Patelli (nella foto), che lasciano i carrelli della loro storica specialità ad Aisha Rocek (Lario-Carabinieri) e Kiri Tontodonati.
Grande attesa, ovviamente per il “Quattro di coppia”, che un anno fa vinse l’oro con a bordo il cernobbiese Filippo Mondelli (portacolori di Canottieri Moltrasio e Fiamme Oro). Squadra che vince non si cambia: al suo fianco ci saranno ancora Giacomo Gentili, Luca Rambaldi e Andrea Panizza.
Grande attesa per la consolidata coppia composta da Pietro Ruta (comasco delle Fiamme Oro) e Stefano Oppo, che nel “Doppio Pesi Leggeri” lo scorso anno ha ottenuto un prestigioso argento iridato.
Due vogatori comaschi anche sul “Quattro di coppia Pesi leggeri”: sono Lorenzo Fontana (Menaggio) e Gabriel Soares (Marina Militare), a bordo con Catello Amarante e Alfonso Scalzone.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.