Scherma: Maffei punta presidenza Fis, servono cambiamenti

"Essere stati olimpionici e avere esperienza può aiutare"

(ANSA) – ROMA, 12 FEB – Dopo Stefano Mei eletto alla guida della Federatletica, un altro olimpionico tra i possibili futuri presidenti di federazione. E’ Michele Maffei, oro a Monaco 1972 e candidato alla presidenza della Federazione italiana scherma per il prossimo quadriennio. Il 28 febbraio a Roma se la vedrà con Paolo Azzi, da circa 20 anni nella Federscherma e vicepresidente dell’attuale numero uno Giorgio Scarso: "Scarso è presidente della Fis dal 2004 e ha svolto un’opera molto positiva. Questo va riconosciuto, ma l’ultimo quadriennio ha vissuto una piccola deriva comportamentale in certi settori, e il rapporto con società sportive, atleti e collegamento con la base si è appannato", spiega Michele Maffei all’ANSA, parlando della sua decisione di correre per la guida della Fis. "Essere stati campioni olimpici non è sufficiente – sottolinea il dirigente romano – ma aver avuto esperienza può aiutare e io l’ho avuta sia come ex atleta sia da dirigente del Coni e poi di federazione". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.