Cronaca

Schettino: «Oggi le droghe leggere non esistono più»

Il capo della mobile

(a.cam.) «Non esistono più le droghe leggere. La gravità del consumo di stupefacenti oggi è spesso sottovalutata». Il dirigente della squadra mobile di Como Giuseppe Schettino porta l’attenzione sul problema delle cosiddette droghe leggere, il cui consumo è in costante aumento, soprattutto tra i giovanissimi. Nell’ultimo periodo è aumentato in maniera significativa il “thc”, uno dei principi attivi dei cannabinoidi. «La gravità di questa piaga a volte mi sembra sia sottovalutata – dice

Schettino – La droga leggera non è più da considerarsi leggera. Oggi sono in circolazione sostanze stupefacenti che hanno un thc molto elevato e questo provoca grossi danni a livello cerebrale e fisico per gli assuntori».
A Como si sono susseguiti casi di ragazzini, anche minorenni, denunciati per detenzione ai fini di spaccio di droga. «Spesso vengono trovati in possesso di quantitativi apparentemente piccoli di droga, magari però già confezionati in dosi – conclude Schettino – Purtroppo i ragazzi sono arrivati in molti casi a concepire l’utilizzo di droghe quasi alla stregua di una sigaretta, vista anche la facilità di reperire una piccola dose a un costo accessibile e ridotto. Occorre intervenire seriamente su questo punto».

29 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto