Schiacciato dall’escavatore. Condannato l’uomo alla guida

Como, Tribunale Palazzo di Giustizia

Due anni di condanna con la pena sospesa. È la decisione del giudice Valeria Costi nell’ambito dell’incidente sul lavoro mortale che era costato la vita a Francesco Morabito, meccanico di 39 anni morto nell’aprile 2016 a Cascina Amata, schiacciato da un escavatore nell’officina della famiglia. Il pubblico ministero Daniela Moroni ha portato in aula un 55enne di Lentate sul Seveso, il proprietario dell’escavatore che era stato appena riparato nella ditta di Francesco. In fase di carico su un camion, l’escavatore – guidato dall’indagato – rovinò addosso alla vittima uccidendola.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.