Cronaca

Schianto contro l’albero: muore 19enne

altDramma a Guanzate. Al volante c’era il fratello Avevano finito di lavorare nel loro locale di Bizzarone
Stavano rientrando a casa a Cadorago dopo una serata di lavoro nel ristorante che gestivano a Bizzarone, “Le birre del Bidù”. Al volante il fratello, 23 anni. Sul sedile del passeggero Greta Lazzari, 19 anni appena, studentessa a Lomazzo, che aiutava al locale nelle ore libere dallo studio.

Improvvisamente, quella che era una serata come tante altre è diventata un incubo da cui sarà difficile uscire. Un brutto sogno fatto di lamiere contorte, buio e silenzio.
Quel silenzio che cala pesante dopo un incidente. Il silenzio di Greta, morta durante il trasporto d’urgenza – a sirene spiegate e nel cuore della notte – al Sant’Anna di San Fermo. 

 

All’ospedale la ragazza è giunta già senza vita.
A salvarla non è bastato l’airbag della Opel Agila su cui viaggiava, e neppure il pronto intervento dei medici del 118.
Anche il fratello è finito in un letto d’ospedale con ferite ritenute non gravi. Ieri pomeriggio il giovane è stato dimesso.
Sul dramma, che toglie il respiro al solo pensiero, indagano ora i carabinieri della stazione di Appiano Gentile che hanno segnalato l’accaduto al magistrato di turno in Procura di Como, il pm Mariano Fadda. Bisogna infatti capire cosa abbia causato la perdita di controllo della macchina e il devastante impatto contro un albero di via Roma a Guanzate.
Distrutta la vettura. Per estrarre i due fratelli dalle lamiere sono dovuti intervenire anche i vigili del fuoco con ben 2 mezzi e undici uomini.
L’incidente in piena notte, all’1.40.
Il locale di Bizzarone era stato chiuso da poco e i fratelli erano ormai vicino a casa. Ma il destino aveva in serbo altro. Un epilogo tragico, fatto di sangue e lacrime. Quelle stesse lacrime che hanno travolto i genitori di Greta, i familiari e i suoi amici. Perché a quella età, un simile dramma non solo non si può capire, ma non lo si può nemmeno spiegare.

Mauro Peverelli

Nella foto:
Ecco ciò che resta della Opel Agila blu guidata dal 23enne di Cadorago. La ragazza era sul sedile del passeggero
19 ottobre 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto