Schianto tra auto e bus di linea. Tredici feriti sul ponte del Cosia

2013 07 30 incedente busPaura in centro città
Il pullman si è fermato a pochi centimetri dal salto nel vuoto

Tredici persone di età compresa tra i 31 e gli 88 anni, ferite in modo più o meno grave. Un pullman della linea 11 fermo a una manciata di centimetri dal salto nel vuoto fino al torrente Cosia che scorre sotto il ponte. Un guard rail divelto. Ambulanze a sfrecciare lungo via Calstelnuovo fino all’incrocio con via Palestro, per prestare soccorso ai feriti. galleria immagini
Si sono vissuti attimi di vera concitazione ieri pomeriggio, intorno alle 16, in pieno centro città. Un autobus, per cause

ancora in corso di accertamento da parte della polizia locale che ha effettuato i rilievi, si è scontrato contro un’auto – una Mercedes ML – condotta da una donna. I passeggeri del torpedone giurano che il mezzo sia passato con il verde all’incrocio. E tale è anche la posizione di Asf che ieri pomeriggio ha ribadito come «l’autobus avesse il verde», salvo poi «venire travolto dall’auto».
Toccherà comunque ai vigili, come detto, chiarire l’accaduto. Polizia locale che ha operato con l’aiuto delle volanti della polizia. Fatto sta che l’autista – un 35enne di Como, il più grave tra i feriti – non ha potuto evitare l’impatto. Il pullman ha poi proseguito la corsa impattando contro dei cartelli e il guard rail che è stato divelto. Il mezzo si è fermato a un solo passo dal baratro. L’autista, per evitare la caduta, ha poi innestato la retromarcia spostando il pullman all’indietro quel tanto che è bastato per metterlo in sicurezza.
«Ho sentito un botto – ha poi raccontato Matteo Ciraolo, che lavora nel vicino distributore di benzina ed è stato il primo dei soccorritori a giungere sul posto – Mi sono voltato e ho visto l’autobus che sembrava stesse finendo nel fiume. Mancava poco e cadeva di sotto. Sono corso sul posto e ho iniziato ad aiutare i feriti come potevo. Anche la signora della Mercedes mi sembrava grave, poi è uscita da sola dall’auto».
Ad avere la peggio, tra i 13 feriti, sarebbero stati l’autista del bus e una signora che si trovava in piedi al momento dell’impatto con l’auto.
Sul mezzo della linea 11 viaggiavano una quindicina di persone.
Undici di queste sono rimaste ferite. «Abbiamo sentito un botto fortissimo – ha raccontato una signora che era sul torpedone, ancora visibilmente sotto shock – poi siamo stati buttati tutti a terra». Nessuno ha lasciato il pullman che nel frattempo, come detto, era stato messo in sicurezza dall’autista. Pochi attimi dopo sulla zona hanno iniziato a convergere le ambulanze del 118 che hanno soccorso gli 11 passeggeri, l’autista e la donna al volante dell’auto.
I feriti – nessuno in pericolo di vita – sono stati trasportati al Sant’Anna, al Valduce, all’ospedale di Erba e a quello di Cantù.

Mauro Peverelli

  FOTO MATTIA VACCA ©

[oi_gallery path=”cronaca/2013_07_30_incidente_bus”]

 

 

 

 

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.