«Scomparsi 92 mila euro in una palestra di Como». La vicenda finirà davanti al giudice

Tribunale di Como

Finirà davanti al giudice l’accusa di appropriazione indebita che ha colpito un 53enne rappresentante legale di una palestra di Como, cui viene contestato l’essersi intascato – «per fini esclusivamente personali» – la cifra di 92.632 euro. La Procura aveva chiesto l’archiviazione, ritenendo la questione più civilistica che penale – ma la parte lesa che aveva presentato denuncia si era opposta. Ora il fascicolo è stato chiuso con la richiesta di rinvio a giudizio. I fatti fanno riferimento a un periodo antecedente al 24 gennaio del 2019.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.