Scontro in Regione sui cinghiali. Fermi (Fi): «Guerra totale». Erba (M5S): «Pensino ad altro»

Troppi cinghiali nel Comasco

Coronavirus e cinghiali. Un connubio che in Regione ha scatenato polemiche tra il presidente del consiglio regionale, l’azzurro Alessandro Fermi e il Movimento 5 Stelle. Ieri mattina è infatti stato approvato un articolo specifico in materia che consentirà di cacciare i cinghiali tutto l’anno e mediante l’utilizzo dei visori, anche di notte. «Guerra totale. A mali estremi, estremi rimedi. Servono misure drastiche per fronteggiare un’emergenza che sta causando danni ingenti agli agricoltori e in alcuni casi costituisce anche una minaccia per l’incolumità e la sicurezza delle persone. L’invasione dei cinghiali sta interessando in modo significativo i nostri territori, in particolare l’area comasca dalla Valle d’Intelvi all’Olgiatese, dove sono stati abbattuti il 40% dei cinghiali uccisi in Lombardia nell’ultimo anno. Prevenire è meglio che curare e costa meno. L’ammontare dei costi per i danni causati è in aumento e ricade sulle tasche dei Comuni e dei cittadini, senza che ne abbiano responsabilità». Lo sottolinea il presidente del consiglio regionale Alessandro Fermi. Ma il tempo speso dall’aula per arrivare a una simile decisione non è piaciuto al consigliere regionale del M5S, Raffaele Erba. «È sconcertante vedere il consiglio regionale dedicare due sedute al tema della caccia. In un momento difficile come questo, con il nostro territorio in ginocchio per l’emergenza sanitaria, le priorità sono altre», dichiara Raffaele Erba. «Da settimane sono bloccate diverse tematiche economiche e sanitarie nelle commissioni regionali. Non si è affrontato e non si stanno affrontando i protocolli di riapertura, nulla si sta facendo per sbloccare le difficoltà all’accesso al credito delle Pmi, siamo totalmente fermi sulle azioni per velocizzare le anticipazioni della cassa integrazione», dice Erba.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.