Fino Mornasco, scoperto mentre ruba un’automobile: arrestato

Scoperto dal proprietario mentre cercava di rubare un’auto da una villa di Fino Mornasco, un malvivente ha provato a fuggire, ma è stato bloccato e poi arrestato dai carabinieri. I militari, ai quali ha fornito le generalità di una persona deceduta, hanno accertato che il ladro aveva già messo a segno un precedente colpo in un’abitazione di Moltrasio. L’uomo arrestato è un 38enne della zona, senza fissa dimora e già noto alle forze dell’ordine.

Nella notte tra martedì e mercoledì, si è introdotto in una villa di via Vittorio Veneto, a Fino Mornasco, di proprietà di una donna del paese. Nella residenza vive anche una famiglia di filippini, collaboratori domestici della donna. Il malvivente è salito sull’auto della famiglia di filippini, che era stata lasciata in sosta con le chiavi, anche del cancello, a bordo. Il ladro ha avviato la vettura, ma è stato scoperto dal proprietario. Ha provato dunque ad accelerare forzando il cancello, ma è rimasto bloccato. Il 38enne, raggiunto dal filippino ha provato a fuggire ed ha ingaggiato una colluttazione con il proprietario della macchina, che ha cercato di fermarlo.

Nella villa sono intervenuti i carabinieri di Fino Mornasco. I militari dell’Arma hanno bloccato il malvivente e hanno scoperto che nascondeva diversi oggetti in oro, risultati rubati due giorni prima da un’abitazione di Moltrasio. Durante l’arresto, il malvivente, che ha dichiarato di aver assunto sostanze stupefacenti, è stato colto da malore. I carabinieri hanno quindi chiesto l’intervento del 118 e l’uomo è stato trasportato in ospedale, dove è rimasto in osservazione fino a ieri pomeriggio, quando è stato trasferito in carcere. Ai carabinieri, il malvivente ha dichiarato un’identità falsa, dando le generalità di un uomo risultato dai controlli deceduto. Scoperto il vero nome del 38enne, i militari dell’Arma hanno accertato che era già destinatario di una misura cautelare in carcere perché era fuggito da una comunità terapeutica alla quale era stato assegnato. L’uomo è accusato di rapina impropria.

Articoli correlati