“Scritture di lago”, premiazione su Espansione Tv

la regia di espansione tv

“Scritture di Lago”, il premio letterario che ha lo scopo di promuovere la scrittura e la conoscenza dei laghi e del loro patrimonio economico ambientale, culturale e favorire la promozione turistica dei laghi attraverso
la letteratura, conferma il proprio programma: la premiazione si terrà a fine novembre, come previsto. O quasi. Nel pieno rispetto delle normative di tutela della salute pubblica, non potendo organizzare la premiazione della prima edizione con la presenza degli autori e del pubblico, Scritture di Lago ha scelto di
far svolgere la cerimonia in televisione, ospite della trasmissione Angoli condotta da Dolores Longhi su Espansione Tv, emittente sovraregionale che trasmette in chiaro sul canale 19 del digitale terrestre.
«La scelta di non rimandare la cerimonia e tener fede al programma per noi è stata fondamentale – spiega il promotore del premio Guido Stancanelli – mantenere la parola e rispettare, nella piena osservanza delle normative il programma, è per noi una dimostrazione di serietà. Per questo abbiamo stretto un accordo con l’emittente Espansione Tv, emblema di un territorio che ci ospita e che vogliamo promuovere».
Durante la trasmissione verranno svelati i vincitori delle due categorie del concorso: romanzi editi ambientati sui laghi italiani e racconti inediti ambientati nei nostri territori lacustri prealpini.
«Non posso che esprimere una grande soddisfazione per la qualità dei testi proposti e del prestigio delle
case editrici che hanno candidato i propri volumi. – continua Guido Stancanelli – Un ringraziamento speciale va fatto doverosamente e al giornalista Alberto Longatti presidente del premio, al Comitato di lettura che si è impegnato nell’analisi di circa 200 opere con una dedizione lodevole e alla nostra giuria altamente qualificata che ha svolto un importante lavoro».
Il premio letterario alla sua prima edizione ha ricevuto per la sezione “Inediti” circa 160 candidature Tra le località predilette Como con ben 21 racconti, Stresa con 16, Luino con 8 racconti. Seguono Orta e Verbania dove sono stati ambientati 6 racconti, Lecco e Bellagio con 5, Varenna, Lugano, Cernobbio e Laveno con 4. Tra le località scelte anche Angera, Baveno, Lesa, Leggiuno, Locarno, Cannero, Porto Ceresio, Brissago e Bellano.
Anche la sezione “Editi”, con circa 30 opere pervenute, ha visto il territorio della Regio Insubrica come protagonista: ben 4 romanzi ambientati a Lugano e 9 a Como o sul Lario.
«Tra i finalisti – ricorda la curatrice Ambretta Sampietro che fin dal 2012 ha coniugato i concorsi letterari con l’ambientazione lacustre ideando il premio Giallo Stresa – abbiamo ricevuto opere delle più prestigiose case editrici e di questo siamo estremamente contenti. Siamo molto soddisfatti anche della risposta alla sezione inediti, non chiediamo una quota di iscrizione proprio per incentivare la partecipazione anche di
esordienti». In finale per la sezione editi sono “Gelosia” di Camilla Baresani (La Nave di Teseo); “Gli svizzeri muoiono felici” di Andrea Fazioli (Guanda), “La casa delle farfalle” di Silvia Montemurro (Rizzoli); “Voci nella nebbia”
A.E. Pavani (Mondadori), “La regola del lupo” di Franco Vanni (Baldini Castoldi). Per gli inediti sono stati selezionati “Ritorno al lago” di Maria Elisabetta Ancarani (Fusignano – Ravenna); “L’isola degli illusi” di Davide Bacchilega (Lugo – Ravenna); “I ponti azzurri” di Giuseppe Battarino (Como – Roma); “Un omicidio impreciso” di Curio Bernasconi (Lugano Pregassona); “La sirena” di Angela Borghi (Buguggiate); “Omicidio al confine” di Dario Campione e Gianluca Pedrazzini (Como); “Il chepì del musicante” di Ivan Sergio Castellani (Monza); “L’incarico” di Ennio Codini (Villasanta); “Il vendicatore lessicale del lago di Varese” di Fiorenzo Comelli (Albizzate); “Echi dal tempo” Orfeo Conato (Melzo); “Ol bröt” di Alessandro Cuppini (Bergamo); “Riva di Lago” di Barbara Girardi (Chieri); “La Visita” di Luigi
Guicciardi (Modena); “Strange fruit” di Alessandro Marchetti Guasparini (Castelnuovo di Garfagnana); “La scelta” di Stefano Mazzesi (Ravenna); “La Guardiana” di Damiano Meloni (Jesi – Ancona); Bella.Gio di Tomasz Perczyński (Cernobbio); “La ladra d’acqua” di Alberto Pizzi (Casale Corte Cerro); “Il lago del sole” di Patrizia Rota (Luino); “Le sorelle” di Gloriana Venturini (Milano). Non resta che attendere lunedì 30 novembre alle 18.30 per sintonizzarsi sul canale 19 del digitale terreste e scoprire su Espansione Tv i nominativi dei vincitori della prima edizione.
Durante la trasmissione verranno trasmessi contributi della giuria e dei vincitori.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.