Scuola, Orsenigo (Pd): «Regione rispetti la sentenza del Tar»

Il consigliere regionale del Pd, Angelo Orsenigo

La politica si muove anche sul fronte della riapertura delle scuole in sicurezza. Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Pd, chiede che Regione Lombardia rispetti la sentenza del Tar del Lazio, ovvero riparta con la «didattica in presenza, anche se ridotta» con un regime di didattica differenziato a seconda del quadro epidemiologico locale, ma per tutti gli studenti, non solo fino alla prima media.

«Le chiusure totali non sono la risposta giusta: se le scuole non sono sicure che le si metta in sicurezza e non si faccia ricadere tutto il peso di questa inadeguatezza ai cittadini più deboli – commenta Orsenigo – Si deve garantire il diritto allo studio e preservare l’equilibrio psicologico dei ragazzi costretti alla Dad», aggiunge.

«Regione Lombardia faccia tutto il possibile, investendo su un trasporto adeguato che permetta il distanziamento, sul tracciamento a tappeto per trovare e isolare i casi positivi e su modalità efficaci di aerazione e sanificazione degli spazi. Regione deve finanziare e realizzare questi interventi, perché se la pandemia c’è da 13 mesi, non dobbiamo dimenticarci che gli studenti hanno passato in Dad 2 anni scolastici», conclude il consigliere comasco.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.