Scuola, scarsa l’adesione allo sciopero

Adesione scarsa, in città, allo sciopero dei docenti della scuola primaria e dell’infanzia.
Questa mattina infatti era in programma l’astensione dal lavoro per opporsi contro quella che è stata definita una “sentenza vergognosa”, emanata dal Consiglio di Stato lo scorso 21 dicembre che ha respinto dalle graduatorie ad esaurimento (Gae) i diplomati magistrali con titolo conseguito entro il 2001 -2002.
Una decisione, quella che indicherebbe il diploma magistrale non essere più un titolo abilitante, potenzialmente devastante e che ha scatenato una lunga seri di ricorsi. La situazione più delicata nel plesso di Ponte Chiasso – che fa capo all’istituto comprensivo Como Nord – che è rimasto chiuso causa sciopero. A Sagnino invece – sempre all’interno dello stesso istituto comprensivo – sono 6 i docenti ad aver scioperato. Diciassette i bimbi senza maestra e rimasti a casa – la scuola aveva avvertito per tempo i genitori – a Monte Olimpino. Tutto regolare a Campione d’Italia, ultima scuola del plesso.
Più contenuta l’adesione allo sciopero tra gli insegnanti dell’istituto comprensivo di Como Lago dove su sei plessi (suddivisi tra Como, Brunate, Civiglio, Faggeto, Torno e Blevio), hanno scioperato 2 insegnanti. Astensione contenuta anche ad Albate. Tutto regolare a San Fermo, Olgiate Comasco e Cernobbio.

L'interno di una scuola materna © L’interno di una scuola materna

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.