Scuola, un giovane comasco su 5 è senza lavoro. Cresce il numero dei diplomati
Scuola

Scuola, un giovane comasco su 5 è senza lavoro. Cresce il numero dei diplomati

Un giovane su cinque, in provincia di Como, è senza un lavoro. I freddi numeri inquadrano un disagio reale e preoccupante che stona con le cifre di quanti ragazzi, ad esempio nel 2017, si sono invece diplomati.
Si tratta di numeri in crescita che però non equivalgono, purtroppo, a una conseguente occupazione una volta entrati nel mondo del lavoro. Ecco allora che in provincia la disoccupazione sfiora l’8,5%, mentre quella giovanile è in linea con la media lombarda e nel 2017 ha toccato quota 22,6%, in crescita rispetto al 2016. Tutto ciò emerge dal Rapporto “Scuola e mercato del lavoro: dalla formazione alla professione”, commissionato dalle due Camere di Commercio di Como e Lecco e reso noto in occasione di Young, la fiera sull’orientamento scolastico in corso a Lariofiere di Erba.
Il numero di diplomati nelle scuole di Como è salito nel 2018 fino a sfiorare le 3.950 unità e il tasso di conseguimento del diploma – calcolato sulla popolazione residente con 19 anni di età – è aumentato dal 67,1% al 68,5%; un dato che sottolinea e conferma la propensione dei giovani residenti in provincia alla formazione.
Fra i diplomati (e qui bisogna anche considerare il fatto che una quota di studenti comaschi frequenta istituti in provincia di Varese) si conferma elevata (e in aumento) la quota dei liceali che incide per il 47% rispetto al 45% dell’anno precedente. In leggera flessione la quota dei diplomati negli istituti professionali: dal 19% nel 2017 al 18% dell’ultimo anno scolastico. Fra gli indirizzi liceali prevalgono gli studenti che hanno conseguito la maturità scientifica (il 46% sul totale liceale); nei tecnici la quota più elevata dei diplomati fa riferimento all’indirizzo amministrativo (oltre il 33% sul totale dei diplomati tecnici), mentre l’indirizzo enogastronomico – alberghiero registra la quota più elevata nell’insieme degli istituti professionali (31%). Nel territorio lariano oltre il 60% dei diplomati inizia un percorso universitario. Il numero di immatricolati, nell’anno accademico 2016-2017, sfiora le 2.450 unità, con una prevalenza di genere femminile, il 54%, e le scelte universitarie si orientano maggiormente verso le discipline economico-statistiche e i diversi indirizzi della facoltà di ingegneria. Infine secondo i dati elaborati dai Centri per l’Impiego, in provincia di Como gli avviamenti al lavoro di giovani tra i 15 e i 24 anni aumentano da 13.200 nel 2016 a 15.450 nel 2017. Nell’area lariana, le “imprese giovani” sono 3.800 e rappresentano circa l’8% delle imprese registrate sul territorio. Nel settore dei servizi si concentra il 69% del totale, a fronte del 24% di imprese attive nel manifatturiero e nell’edilizia e del 6% nel settore agricolo-zootecnico.

18 ottobre 2018

Info Autore

Fabrizio

Fabrizio Barabesi fbarabesi@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto