Scuole chiuse, gli ultimi dati del contagio. Ats: «I ragazzi sono un modello per gli adulti»

Studenti Como

Le scuole di Como hanno chiuso da mercoledì, ma gli ultimi dati di Ats Insubria, per la settimana dal 22 al 28 febbraio, parlano di ben 2.111 segnalazioni e 107 classi in quarantana in provincia. L’aumento più significativo è alle primarie, con 31 classi e 795 alunni, oltre a 55 operatori in isolamento fiduciario.
«La curva evidenzia che potrebbe esserci un innesco ulteriore – ha detto Paolo Bulgheroni, direttore del Dipartimento Igiene e Sanità Pubblica di Ats Insubria – e dobbiamo combattere l’ondata con tutti i mezzi a disposizione. Credo che i nostri giovani possano essere un esempio della presa di coscienza di un nuovo livello di responsabilità di cittadinanza attiva sulle misure di controllo. Un modello di lotta contro l’epidemia. Sappiamo che vivono una situazione molto difficile, sul piano sociale e relazionale. Sono oggi un esempio per gli adulti e saranno un modello per le generazioni future» conclude Bulgheroni.
«L’incremento dei casi è iniziato due settimana dopo la ripresa di gennaio – ha spiegato il direttore sanitario di Ats Insubria, Giuseppe Catanoso – c’è un grande dibattito politico, scientifico e sociale sull’importanza di tenere aperti gli istituti. Dentro le classi è difficile che il contagio si propaghi, ma è praticamente impossibile sorvegliare i ragazzi quando entrano ed escono da scuola. Altri Paesi europei hanno chiuso tutto tranne che le scuole. Stiamo combattendo una guerra. Io non ho mai vissuto in tempo di guerra, ma i miei genitori sì. Mi hanno raccontato che per due o tre anni la scuola non c’è proprio stata. Ma sono diventati comunque donne e uomini capaci e meritevoli».
Ai giovani viene dedicato il lavoro di screening all’interno delle farmacie che aderiscono. I ragazzi dai 14 ai 18 anni si possono registrare sul cruscotto di Regione Lombardia e chiedere un test rapido, indispensabile per il tracciamento.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.