Scuole e bus: «Per le superiori più corse e ipotesi doppio ingresso»

Como, bus pullman

«Abbiamo raccolto tutti i dati sugli studenti che utilizzano i mezzi pubblici per raggiungere gli istituti del territorio e ora stiamo lavorando su alcune ipotesi che permettano di garantire il servizio evitando affollamenti. Per il 7 gennaio saremo pronti, il lavoro deve essere fatto e lo porteremo a termine».
Angelo Colzani, responsabile del Trasporto Pubblico Locale per le province di Como, Varese e Lecco, assicura una soluzione su quello che resta il nodo più difficile da sciogliere in vista del rientro a scuola dei ragazzi delle superiori, dopo le vacanze di Natale, ovvero quello dei mezzi di trasporto per raggiungere la scuola.
A settembre, nonostante i mesi di preparazione, non era stata trovata una soluzione valida e l’affollamento di autobus e treni degli studenti è stato indicato come una delle possibili cause della seconda ondata. Colzani, in vista di gennaio è invece ottimista. «La soluzione ci sarà», dice dopo la seconda riunione convocata lunedì scorso dal prefetto Andrea Polichetti, che ha già riconvocato le parti anche per domani.
«Una delle ipotesi è il doppio orario di entrata dei ragazzi, alle 8 e alle 9.30 in modo che gli autobus facciano due volte il percorso, per dirla in modo semplice. Stiamo valutando questa possibilità oltre a quella di aggiungere alcuni mezzi, soprattutto sulle extraurbane, dove necessario. L’orario non è vincolante né tassativo, dipende dalle necessità. Abbiamo a disposizione tutti i dati sul flusso degli studenti, metteremo a punto un piano adeguato».
Il tema della ripresa delle lezioni in presenza per le Superiori e della relativa gestione del trasporto pubblico è stato affrontato sabato scorso anche dal presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana in riunione con il presidente regionale di Anci, Mauro Guerra, il presidente dell’Unione Province Lombarde, Vittorio Poma, e i sindaci dei Comuni capoluogo. Il confronto ha in previsione un aggiornamento nei prossimi giorni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.