Seabin, arriva il mangiaplastica con Rotary e Lifegate

lifegate plasticless.

Ripartenza ecosostenibile, Como investe nel futuro. Ieri è stato presentato il progetto “Seabin per un lago pulito” per contribuire in modo concreto alla riduzione dei rifiuti di plastica nelle acque del Lario.
Un progetto promosso dal Rotary Club Como Baradello in collaborazione con l’iniziativa LifeGate PlasticLess di LifeGate, gruppo lariano leader nella cultura della sostenibilità ambientale e attivo da oltre vent’anni.
Seabin è una sorta di cestino di raccolta dei rifiuti che galleggiano in acqua di superficie, in grado di catturare circa 1,5 kg di detriti al giorno: mezza tonnellata di rifiuti all’anno, comprese le microplastiche e le microfibre.
Posizionato dove venti e correnti tendono a far convergere i rifiuti galleggianti, viene immerso nell’acqua con la parte superiore del dispositivo al livello della superficie.

Il resto del lavoro lo fa una pompa in grado di trattare 25.000 litri all’ora.
Nei prossimi mesi, il Rotary Baradello, in sinergia con LifeGate e con partner locali, lavorerà come facilitatore per presentare ad altri Comuni del lago il progetto LifeGate PlasticLess.
Per Roberta Di Febo, presidente del Rotary Club Como Baradello, il progetto «è un magnifico esempio di come tutti noi possiamo e anzi dobbiamo lavorare a iniziative ambientalmente efficaci e dall’impatto misurabile e sostenibile. Noi del Rotary vogliamo essere degli inquilini modello di questo meraviglioso pianeta».
Per Simona Roveda, direttrice editoriale e comunicazione del Gruppo LifeGate, da poco divenuta presidente del Teatro Sociale Aslico, l’installazione del dispositivo Seabin insieme a Rotary Club Como Baradello significa «dare un contributo concreto alla salute del prezioso ecosistema del nostro lago, conosciuto e amato in tutto il mondo. Il principale obiettivo del nostro progetto LifeGate PlasticLess è dare un segnale e una risposta al problema dell’inquinamento da plastiche e microplastiche nelle acque e sensibilizzare la cittadinanza».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.