Seconda rapina in poche ore: la mano potrebbe essere la stessa

altIeri assalto al GranMercato di Prestino. Il giorno prima era toccato al Carrefour di Lazzago
(m.pv.) Secondo colpo in città nel giro di 24 ore. Assalto portato a termine con modalità in tutto e per tutto simili, e che fa dunque pensare all’azione di una stessa mano ora ricercata dalle forze dell’ordine. Mercoledì alle 13 un rapinatore solitario, armato di coltello, aveva fatto irruzione al Carrefour di via Colombo, a Lazzago, minacciando due cassiere per farsi consegnare circa 600 euro in contanti. Ieri, poco dopo le 12, un’altra rapina dalla dinamica quasi identica e a poca distanza da Lazzago, ovvero al Gran Mercato di Prestino in via d’Annunzio.

Un uomo a volto coperto, armato di coltello, ha fatto irruzione quando nel supermercato erano presenti due clienti e un cassiere. Il bandito ha minacciato quest’ultimo brandendo un coltello: si è fatto aprire la cassa e ha preso le banconote – euro e franchi svizzeri – per poi scappare con un bottino totale di 4mila euro. Per i rilievi, a Prestino sono arrivati gli agenti della Volante, che hanno raccolto tutti gli elementi utili alle indagini, compiendo il primo sopralluogo e sentendo i testimoni. Non è escluso – anzi è quasi certo – che la mano dietro le rapine delle ultime 24 ore sia la stessa. Gli investigatori vaglieranno anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza per acquisire maggiori dettagli sul rapinatore. Un altro elemento pare essere importante: a Lazzago le vittime avevano parlato di un uomo con l’accento straniero. Il malvivente di ieri è scappato in auto, una vettura guarda caso con targa straniera.

Nella foto:
Gli uomini delle volanti nel sopralluogo dopo il colpo al GranMercato di Prestino (Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.