Sedicenne uccisa, parte raccolta fondi per le spese legali

Il sindaco di Valsamoggia: 'Massima trasparenza'

(ANSA) – BOLOGNA, 02 LUG – "In queste ore su richiesta dei genitori di Chiara che hanno chiesto il nostro supporto, è stata attivata una raccolta fondi nata per aiutare la famiglia a sostenere le prime necessarie spese legali". Lo dice il sindaco di Valsamoggia Daniele Ruscigno, condividendo il link a cui si può accedere per donare (https://www.ideaginger.it/progetti/giustizia-per-chiara-gualzet ti.html) per la famiglia di Chiara Gualzetti, la sedicenne uccisa il 27 giugno nel parco dell’Abbazia di Monteveglio (Bologna). "Chiunque – prosegue il sindaco – può partecipare con la cifra che preferisce proprio perché ognuno si deve sentire libero di muoversi se e come meglio crede. La piattaforma accetta ogni tipo di pagamento: principali carte di credito, carte prepagate, Paypal, Satispay e bonifico bancario. Abbiamo verificato che la piattaforma Ginger fosse affidabile e che accettasse tutte le principali forme di versamento, specialmente in un momento in cui le raccolte fondi proliferano e ci si può trovare spaesati o diffidare degli strumenti proposti. In questo caso i fondi raccolti, che con massima trasparenza saranno visibili sulla piattaforma in ogni momento, andranno direttamente alla famiglia. Questa è attualmente l’unica raccolta ufficiale e mi raccomando di fare attenzione ai tentativi di truffa che purtroppo anche in queste dolorose vicende possono esserci". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.