Sei lariani per la rassegna internazionale in Corea del Sud

alt Canottaggio – Una solida tradizione
Appuntamento fissato dal 25 agosto al 1° settembre nelle acque di Chungju

(m.mos.) Sono sei i lariani che parteciperanno ai Mondiali di canottaggio, che si svolgeranno in Corea del Sud dal 25 agosto al 1° settembre, a Chungju. Il direttore tecnico della Nazionale Giuseppe La Mura ha ufficializzato la squadra, con 80 atleti, 55 uomini e 25 donne, che formeranno 24 equipaggi. Nel gruppo, come detto, anche una pattuglia di atleti del Lago di Como, per la maggior parte giovani promettenti che si stanno ritagliando un ruolo importante.
Nei “Pesi leggeri” – dove il Lario

vanta una solida tradizione – ci sarà in prima linea Pietro Ruta (Marina Militare). L’atleta cresciuto nella Canottieri Menaggio gareggerà nel “doppio”. Tra le “Senior” sono state chiamate una serie di emergenti. Sara Magnaghi (Moltrasio) sarà impegnata nel “quattro di coppia”, Gaia Marzari (Lario) nel “due senza”, Sabrina Noseda (Lario) nell’“otto”.
Nei “Pesi leggeri” femminili, infine, è da seguire con interesse l’esperta bellagina Elisabetta Sancassani (Fiamme Gialle) nel “doppio” – ha appena vinto la tappa di Coppa del Mondo a Lucerna – e un’altra emergente, Giulia Pollini (Cernobbio), nel “quattro di coppia”.
Un gruppo che è chiamato a confermare la buona tradizione dei canottieri di casa nostra, che ai Mondiali hanno sempre fatto bene e che raccoglie il testimone di personaggi che negli ultimi anni hanno vinto tantissimo, come Daniele Gilardoni e Franco Sancassani. E senza dimenticare che in questo 2013 si è concessa un anno di pausa Claudia Wurzel, portacolori della Lario che un anno fa in questo periodo stava partecipando alle Olimpiadi.
E che le prospettive siano buone lo confermano gli ultimi risultati internazionali ottenuti nelle categorie giovanili da altri comaschi. Proprio lo scorso fine settimana ai Mondiali di canottaggio Junior di Trakai (Lituania) sul gradino più alto del podio è salito il portacolori della Canottieri Lario Davide Gerosa, che ha vinto la gara del “quattro con”. Nella stessa manifestazione non sono mancate altre medaglie targate Como: in particolare l’“otto” ha vinto l’argento (con l’oro peraltro sfumato solo per un centesimo). A bordo c’erano i ragazzi della Lario Lorenzo Gerosa e Patrick Rocek e i due atleti della Canottieri Moltrasio Simone Tettamanti e Alessandro Piffaretti.
In precedenza, alla rassegna iridata riservata agli Under 23, la già citata Gaia Marzari, 21enne, a Linz, in Austria, ha conquistato il bronzo nella prova del “due senza”.

Nella foto:
La promettente Gaia Marzari, medaglia di bronzo iridata Under 23

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.