Cronaca

Sempre più turisti “fai da te”. L’obiettivo è la vacanza low cost

C’è chi rispolvera il sacco a pelo e chi noleggerà un camper
Far quadrare i bilanci familiari diventa un’impresa proibitiva. I comaschi, però, non sono disposti a rinunciare alle vacanze. Ecco allora che ci s’ingegna per ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo. L’estate è alle porte ed è scattata la corsa al “fai da te”. Il motto di quest’anno è: vacanza low cost, organizzata personalmente. C’è chi ha rispolverato il sacco a pelo e chi fantastica di noleggiare un camper.
L’ultimo studio, elaborato dal sito di annunci gratuiti
VivaStreet.it, evidenzia che oltre il 75% degli italiani utilizzerà la rete per organizzarsi l’estate. Il 31% degli intervistati, anziché sul classico albergo, punterà sull’affitto di una casa, dividendo le spese con parenti o amici.
Cresce il numero di chi, ovviamente in solitaria, si dedicherà al couchsurfing (“spostarsi di divano in divano”). Una moda esplosa nel 2003, dal meccanismo semplice: si tratta di dormire “a scrocco” sul divano messo a disposizione da altri viaggiatori di tutto il mondo, membri di una comunità virtuale dedicata. Cresce anche il fenomeno, in voga negli anni ’90, dello scambio della casa. Per il 6% degli italiani è già realtà, per il 16% un’ipotesi non troppo azzardata. Spopolano anche bed and breakfast e campeggi.
«Confermo, si cerca di risparmiare. Rispetto allo stesso periodo del 2011 siamo sotto di un 20% – dice Giorgio Mariani di Frigerio Viaggi – C’è un’attenzione esasperata nel fare i conti. Si cerca di frazionare le vacanze e rimanere in Italia. Anche se non sempre affittare una casa è più conveniente di un pacchetto. Puntiamo comunque molto sui viaggi last minute».
E se proprio non si può fare a meno del brivido di salire su un aereo, allora è meglio informarsi. Si potrà così scoprire, sul portale Skyscanner, la classifica dei Paesi più economici del mondo. Ecco la graduatoria per il 2012. Al primo posto la Thailandia, amata dagli italiani sia per l’economicità che per la suggestione dei luoghi. Secondo posto per la Cambogia, con un costo della vita poco più alto rispetto a Bangkok dove si può affittare un appartamento a meno di 150 euro al mese. Ultimo gradino del podio le Filippine, dove con 400 euro si può soggiornare per un mese. Queste le mete, ora toccherà ai viaggiatori buttarsi nella ricerca on line di un volo low cost, tenendo presente un ultimo fattore.
I voli di linea hanno sicuramente tariffe più stabili mentre le compagnie low cost, pur subendo maggiormente le oscillazioni di prezzo, risultano più economiche. Il risparmio va dal 35% al 75%.
«La crisi è un dato di fatto. Così come è incontrovertibile il tentativo degli italiani di organizzare le vacanze risparmiando – interviene il presidente di Astoi (Associazione tour operator italiani), il comasco Roberto Corbella – Anni fa il viaggio last minute era una moda. Oggi una necessità tanto che poi si sono diffusi anche i viaggi last second. Ci fu poi anche l’advance booking, ovvero la prenotazione del viaggio in largo anticipo per avere maggiore scelta. Comprendo la ricerca fatta sul web, ma attenzione a non farsi attrarre da sconti eccessivi. Controllate sempre bene le offerte e tutti i dettagli».

Fabrizio Barabesi

Nella foto:
Turisti su un pedalò in piazza Cavour a Como. Far quadrare i bilanci familiari per le vacanze diventa sempre più un’impresa
4 maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto