Sempre più veicoli senza assicurazione, altri cinque “fermati” in pochi giorni

alt

Il controllo della polizia di frontiera di Ponte Chiasso

(a.cam.) Allarme veicoli senza assicurazione. Il numero di vetture in circolazione, anche se prive di polizza, è in costante aumento. Soltanto nei giorni scorsi, le pattuglie della polizia di frontiera hanno sequestrato, tra Ponte Chiasso e Monte Olimpino, 5 mezzi sprovvisti di copertura assicurativa.
Gli agenti della polizia di frontiera, durante le normali attività di controllo nella zona a ridosso del valico di confine, hanno scoperto 5 automobilisti che non avevano rinnovato la polizza

di assicurazione, obbligatoria per poter circolare.
In queste situazioni, la normativa prevede una sanzione di 841 euro, cifra che scende a 590 se la multa viene pagata entro 5 giorni dalla contestazione. Le forze dell’ordine procedono inoltre al sequestro del mezzo sprovvisto di assicurazione.
Negli ultimi giorni, come detto, sono ben cinque le situazioni di questo tipo scoperte e sanzionate dalla polizia di frontiera. A incappare nei controlli sono stati un 42enne di Cornaredo (Svizzera) alla guida di una Audi A3; una donna di 32 anni di Faggeto Lario, proprietaria di una Ford Fiesta; un 38enne di Como a bordo di una Fiat Stilo; una 32enne di Olgiate Comasco con una Bmw 320. L’ultimo veicolo sequestrato è, infine, un furgoncino Fiat Fiorino, intestato a un’azienda palermitana.
La donna alla guida della Bmw è stata multata anche per il mancato rinnovo della patente.
Il numero di veicoli in circolazione senza l’assicurazione obbligatoria è in continuo aumento. I sequestri di vetture, nell’ultimo periodo, sono aumentati in maniera esponenziale e proprio le pattuglie della polizia di frontiera sono impegnate costantemente nei controlli. Le sanzioni sono all’ordine del giorno e preoccupano le conseguenze in caso di incidenti che coinvolgano altri veicoli e persone.

Nella foto:
Secondo la polizia, sono sempre più numerose le auto che circolano senza assicurazione

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.