Seneca, la ferma leggerezza dell’acquerello

altA Como fino al 30 Marzo
“Che cosa splendida è l’acquerello per esprimere l’atmosfera e la distanza, cosicché i personaggi sono come circondati dall’aria e sembrano poterla respirare”. Così scrisse Vincent van Gogh nel 1881. Difficile padroneggiare questa tecnica, all’apparenza così immediata e “facile”, spesso praticata con esiti banali. Con questa tecnica si è invece felicemente misurato Stefano Seneca, coniugando la solidità della sua formazione di architetto con la leggerezza dell’acquerello. I soggetti “circondati dall’aria”, nel suo caso, sono infatti edifici storici, paesaggi urbani ma anche semplici contenitori d’acqua, incontrati nei suoi viaggi e poi ripresentati come raffinati carnet de voyage.

“Appunti di viaggio” è proprio il titolo dell’esposizione che Seneca porta, fino al 30 marzo (orario: ma-ve 15-19; sa e do 10.30-19; ingresso libero) nell’ex chiesa di San Pietro in Atrio, in via Odescalchi a Como. Con questa sua prima, ampia personale, Seneca mette in mostra i suoi numerosi acquerelli, alcuni dei quali di grandi dimensioni, frutto appunto delle sue esperienze di viaggio all’estero oltre ad alcuni omaggi alla città di Como (vedi l’opera dedicata a Palazzo Terragni). «Anche nelle rare volte in cui presentano un taglio obliquo – scrive il critico Roberto Borghi – gli acquerelli di Stefano Seneca sono caratterizzati da sguardo decisamente frontale. In queste opere si riscontra una tensione a tradurre nell’immagine la realtà, ad affrontarla senza complessi di sorta, con un sapore gradevolmente antico (…) Il binomio “leggerezza e precisione” (ovvero quanto di più consono all’arte migliore degli ultimi decenni) passa però in secondo piano rispetto al piglio diretto del punto di vista».

Nella foto:
Particolare dell’acquerello “Porto -Università A. Siza”. Le opere sono in mostra in San Pietro in Atrio a Como

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.