Sequestra e tortura donna, fermato

Percosse per 24 ore senza acqua e cibo

(ANSA) – MONZA, 13 OTT – Un uomo di 36 anni, impiegato di banca di Monza, è stato sottoposto a fermo di indiziato delitto con l’accusa di aggressione, sequestro di persona e tortura nei confronti di una donna, costretta a subire percosse senza bere o mangiare per oltre 24 ore, nel suo appartamento del centro di Monza, tra il 26 e il 27 settembre scorsi. Lo ha confermato il Procuratore della Repubblica di Monza Claudio Gittardi. A quanto emerso lo stesso uomo era stato già denunciato per aver aggredito e rotto il naso a un’altra donna, una sua ex fidanzata, qualche giorno prima. Fermato dai carabinieri, il 36enne è ora in custodia cautelare presso il reparto di psichiatria del San Gerardo di Monza. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.