Sequestro di botti illegali stipati come mozzarelle

Maxisequestro di botti illegali da parte del nucleo di Polizia Tributaria della guardia di finanza di Como I finanzieri del Comando Provinciale hanno sequestrato a ridosso della notte di San Silvestro 1.800 pezzi esplodenti, del peso di circa 380 kg. I fuochi d’artificio erano conservati in casse di polistirolo che all’apparenza contenevano mozzarelle provenienti dalla Campania. Da qui il nome dell’operazione: “Mozzarella boom boom”. Tra i fuochi sequestrati vi erano anche pezzi di costruzione artigianale, con un alto potenziale esplosivo: 2 “palloni di Maradona” e 116 bombe carta. Prodotti privi di garanzia di sicurezza e che possono esplodere all’improvviso causando gravi lesioni permanenti. Tre le persone denunciate, di origine campana e residenti a Fino Mornasco: un 61enne, un 41enne e un 21enne. Nessuno dei tre dispone di licenza per vendere esplosivi e fuochi d’artificio e avrebbero posto il materiale in vendita nel mercato illegale. Il controvalore all’acquisto della merce sequestrata è quantificabile in circa 10mila euro. Il deposito dei botti illegali è stato scoperto a Fino Mornasco in box sottostanti un caseggiato densamente popolato. Una situazione potenzialmente pericolosissima.

Articoli correlati