Sequestro di migliaia di capi contraffatti, indagini anche sul Lario

altL’operazione della guardia di finanza di Napoli denominata “Via della seta”

C’è anche un risvolto comasco nell’operazione “Via della seta” che ieri è sfociata in 49 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettante persone accusate di associazione a delinquere finalizzata al traffico di merce contraffatta.
Così come confermato dal comando della polizia tributaria napoletana, i magistrati della Dda e le fiamme gialle hanno esteso negli ultimi mesi le loro indagini anche in provincia di Como, controllando alcuni intermediari, ovvero operatori economici

che facevano da tramite tra i dettaglianti e i fornitori dei capi di abbigliamento contraffatti. Tra le persone fermate non ci sono però comaschi. Con gli arresti di ieri, la finanza ha assestato un duro colpo ad alcuni clan camorristici che dominavano il settore della contraffazione di marchi delle più famose griffe di moda. I militari napoletani hanno sequestrato circa 300mila capi di abbigliamento, calzature e articoli di pelletteria, oltre a beni mobili e immobili, per un valore di oltre 3 milioni di euro.

Nella foto:
Indagini della finanza di Napoli anche nella provincia lariana

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.