Sequestro lampo di un romeno. Quattro albanesi nei guai

Asso Regolamento di conti

(a.cam.) Un regolamento di conti tra due bande rivali, una di albanesi e l’altra di romeni, è sfociata nel rapimento lampo di uno dei giovani coinvolti. L’ostaggio, che era stato portato contro la sua volontà in un parcheggio di Asso, è stato però liberato grazie all’intervento dei carabinieri. I militari hanno denunciato a piede libero per sequestro di persona quattro albanesi tra i 21 e i 24 anni.
Secondo l’accusa, le due bande rivali avevano litigato per un apprezzamento di troppo

a una ragazza. Il diverbio è avvenuto all’esterno di un bar di Osnago, nel Lecchese. Per vendicarsi, gli albanesi hanno organizzato il sequestro lampo di uno dei romeni. Il giovane è stato prelevato dalla sua abitazione e portato in un parcheggio di Asso. Qui, è stato obbligato a chiamare gli amici chiedendo loro, con una scusa, di raggiungerlo. Obiettivo degli albanesi era regolare i conti con i rivali per uno sgarbo ritenuto inaccettabile.
I romeni però si sono probabilmente resi conto della trappola e hanno deciso di avvisare le forze dell’ordine. All’appuntamento ad Asso si sono dunque presentati i carabinieri della compagnia di Merate, nel Lecchese.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.