Serie di reati: espulso cittadino libico

La Questura di Como

Gli agenti dell’ufficio immigrazione della Questura di Como hanno espulso un sedicente cittadino libico ritenuto pericoloso. L’uomo è stato accompagnato al centro di permanenza per il rimpatrio di Brindisi da dove sarà imbarcato su un aereo diretto nel Paese nordafricano. A carico dell’immigrato risultano segnalazioni per danneggiamento, lesioni personali, violenza privata e furto aggravato. L’uomo era stato peraltro condannato a 2 anni di reclusione, nel 2017 per violenza sessuale ai danni di un’operatrice della Croce Rossa nel centro governativo di via Regina, in città. Recentemente era stato scarcerato per fine pena. Qualificato come «soggetto pericoloso», il libico è stato espulso direttamente con un provvedimento di polizia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.