Servizi Asst in via Napoleona. Trasloco con polemiche

Il monoblocco di via Napoleona

Trasloco non privo di polemiche. Da ieri mattina i servizi dell’ex distretto sanitario dell’Asst Lariana di via Cadorna si sono spostati nel piano rialzato del monoblocco del Poliambulatorio di via Napoleona. Un passo importante per far rinascere il monoblocco, anche se questa novità ha creato dei disagi. Numerosi utenti infatti, all’oscuro del cambiamento, ieri mattina si sono recati in via Cadorna. Davanti alla porta sbarrata degli uffici, in tanti si sono lamentati. A informare del cambio solo un piccolo cartello attaccato sulla porta e un numero di telefono da chiamare per avere informazioni. Numero che però fino alle 16 di ieri pomeriggio suonava a vuoto.

Da qui le segnalazioni arrivate in redazione per questo trasloco difficoltoso. Polemiche a parte, va specificato come nella nuova sistemazione i servizi avranno a disposizione circa 450 metri quadrati con uffici, area di attesa, sportelli, spazi di back office e ambulatori. L’ingresso alla zona che sarà occupata dai servizi dell’Area Territoriale sarà possibile non solo dal piano terra dell’edificio, ma anche dall’accesso laterale della Radiologia-Mammografia, più vicino al parcheggio Val Mulini. Nella porzione di piano destinata alle attività dell’ex Distretto, l’Asst Lariana ha provveduto al rifacimento degli impianti elettrici, della rilevazione incendi, del cablaggio oltre che alle imbiancature, alla realizzazione del bagno disabili, alla creazione di due nuovi sportelli e sale attesa.

Questo trasloco potrebbe anche rivelarsi utile per le sorti dell’autosilo della Valmulini, anche se almeno ieri non si sono registrati ingressi superiori alla media di un giorno qualsiasi, ovvero circa 300 auto.
«La speranza è che i comaschi dopo aver appreso la novità possano utilizzare la struttura», dice il direttore di Csu, Marco Benzoni.

Articoli correlati

1 Commento

  • massimo pozzetti , 11 Maggio 2018 @ 20:14

    Bella idea il trasferimento,faccio una sola domanda tutti i cittadini sono in possesso di auto ? Compreso anziani e disabili,visto ufficio Welfarre e protesi e ausili, qualcuno mi puo’ spiegare,non sarò molto intelligente,come un disabile in carrozzina puo’ raggiungere il monoblocco,e soprattutto come può arrivare alla fermata del bus posta dopo il sottopassaggio di via Napoleona,
    ingrazio chi mi fornisce una spiegazione valida
    Ringrazio e saluto
    Massimo Pozzetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.