Sessanta persone soccorse dall’elisoccorso. Alpini impegnati a liberare strade e sentieri
Cronaca

Sessanta persone soccorse dall’elisoccorso. Alpini impegnati a liberare strade e sentieri

Gaffuri (Ana): «I comaschi devono essere orgogliosi di questi volontari»

«Credo che Como debba essere orgogliosa di come sono intervenuti i nostri soccorritori». Enrico, Chicco Gaffuri, presidente dell’Ana (Associazione nazionale alpini) di Como è in contatto costante con le sei penne nere impegnate nell’emergenza terremoto e neve in Abruzzo. Eventi che hanno in queste ore come simbolo i tanti sepolti dalla valanga sull’Hotel Rigopiano.
«In pochi minuti avevamo le persone per la missione e in poche ore abbiamo fatto partire i nostri alpini» spiega Gaffuri. Due volontari sono all’Aquila, nella caserma della guardia di finanza.

«Si stanno occupando di liberare le vie di accesso alle case e anche al cimitero, che non era più raggiungibile».
Un autista ha portato un mezzo pesante della colonna. Altri tre alpini sono con il regionale a Castellalto tra Teramo e Giulianova.

«Hanno aperto sentieri e stradine. Fortunatamente non nevica più e il freddo è un po’ diminuito, ma la situazione è drammatica. Chi critica non conosce queste zone isolate. C’è stato un mezzo rimasto senza gasolio, ma qui per chilometri e chilometri non ci sono distributori. Tutto è molto complicato» conclude.

Fondamentale anche l’opera che sta svolgendo l’elisoccorso partito da Como e da ore nella zone terremotate. Tra la notte di giovedì e ieri sono stati effettuati una decina di interventi, sessanta le persone soccorse.

«Si è trattato di salvataggi veri e propri da zone di pericolo. L’elisoccorso di Como è uno dei pochi a poter volare di notte, grazie ai visori» ha ribadito l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera.

«Alle 6,45 di ieri – ha detto Gallera – il nostro elicottero ha soccorso nel Comune di Castelli (Teramo), una donna con neonato che rischiava una ipotermia, trasportandoli fuori dall’area critica. Alle 9, sempre a Castelli, ha trasportato e messo in sicurezza due anziani che si trovavano in una abitazione isolata. Mentre alle 9,15 i nostri medici sono intervenuti per soccorrere una persona colta da disturbo cardiocircolatorio a Crognaleto (Teramo)» conclude.
Paolo Annoni

 

 

20 Gen 2017

Info Autore

Paolo

Paolo Annoni pannoni@corrierecomo.it


Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto