Setificio, 150 anni:  apertura ufficiale delle celebrazioni
Città, Economia, Scuola, Territorio

Setificio, 150 anni: apertura ufficiale delle celebrazioni

Il Setificio di Como Il Setificio di Como

Con una cerimonia ufficiale a Palazzo Cernezzi, ieri mattina è stato celebrato il 150° anniversario di nascita della Scuola Comunale di Setificio. Era il 1868 e si è trattato di un momento storico per la città e per l’intero territorio comasco.
In Sala Stemmi si sono riuniti il sindaco Mario Landriscina, il dirigente scolastico dell’Istituto di Setificio Paolo Carcano Roberto Peverelli, la presidente della Provincia di Como Maria Rita Livio, oltre ad alcuni esponenti del consiglio comunale, dei rappresentanti del mondo associativo e dell’impresa e a una delegazione di studenti. L’incontro, fortemente voluto dai due enti che costantemente sostengono la scuola, la Fondazione Setificio e l’Associazione Ex Allievi del Setificio di Como, ha inaugurato una serie di attività che, in diverse modalità, racconterà questo percorso, coinvolgendo gli studenti e gli insegnanti nel trasmettere al pubblico comasco l’attualità del Setificio.
Con la creazione di una Scuola per lo sviluppo dell’industria tessile, il Comune di Como – come si legge nel documento originale del 1868 – desiderava «dar miglior benessere alla città favorendo il miglior incremento dell’istruzione tecnica».

La conferenza stampa di ieri a Palazzo Cernezzi La conferenza stampa di ieri a Palazzo Cernezzi

Ispirato a una struttura formativa che integrava fattivamente pratica e teoria, crescita culturale e costruzione di prodotti innovativi e di alta qualità, con la Scuola di Setificio si intendeva costruire la base della nascente struttura industriale individuando la strada maestra per il raggiungimento di questo obiettivo. Come evidenziato dal Dirigente Scolastico Roberto Peverelli, «il Setificio oggi è molte cose, e tutte radicate nella struttura originaria della scuola, nelle sue caratteristiche costitutive e cioè nella sua vocazione tecnico-scientifica, sviluppata sulla componente storica del settore tessile e chimico». L’Istituto è costituito da vari indirizzi. Oltre al Tessile, oggi denominato Sistema Moda, troviamo Chimica, Materiali e biotecnologie, Grafica e Comunicazione, Liceo Scientifico delle Scienze Applicate e il nuovo Liceo Artistico. «I nuovi indirizzi – ha concluso Peverelli – sono stati generati su una radice ben precisa che, applicata a un settore multiforme come quello tessile, ha dato esiti specifici, caratterizzando l’offerta formativa».

6 aprile 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto