Sette film d’autore per il “Lake Como Film Festival”

Un frame di "The rider" della regista Chloé Zhao

Dal 24 al 31 luglio sul grande schermo di Villa Erba a Cernobbio

Una settimana di bel cinema alla scoperta di luoghi e culture nel mondo. Entra nel vivo il “Lake Como Film Festival”, la rassegna estiva open air che si terrà nel parco della storica Villa Erba di Cernobbio, già residenza di Luchino Visconti. In programma, dal 24 al 31 luglio, sette film d’autore, tra cui Fellini e Jarmusch restaurati, un’anteprima su grande schermo e un inedito progetto digitale.
Gli schermi delle “Lake Como Film Nights”, si accenderanno tutte le sere, alle 21.15, per offrire eventi culturali di qualità fruibili nella massima sicurezza e occasioni di valorizzazione di un luogo e un patrimonio unici. Si comincia venerdì 24 luglio con “#realwindows | un mondo sospeso”, progetto digitale che raccoglie i video realizzati nel periodo di quarantena. Lanciata il 23 marzo sui sito web e sui social del Festival, l’iniziativa ha collezionato circa 300 contributi dal Lago di Como e dall’Italia: un’emozionante narrazione corale che evoca un’ipotetica giornata in viaggio dalle finestre degli spettatori. A seguire, sullo schermo Panorama, La Famosa invasione degli orsi in Sicilia, lungometraggio d’animazione firmato da Lorenzo Mattotti, tratto dal romanzo omonimo di Dino Buzzati e presentato lo scorso maggio al Festival del Cinema di Cannes nella sezione “Un certain regard”.
Sabato 25 luglio il cinema delle Lake Como Film Nights porta a Cape Forchu, in Nuova Scozia (Stati Uniti), con “The Lighthouse” di Robert Eggers, protagonisti Robert Pattinson e Willem Dafoe. Questo piccolo capolavoro tratto da un racconto incompiuto di Edgar Allan Poe e presentato a Cannes 2019, non è mai uscito nelle sale a causa del Coronavirus. Disponibile solo in streaming, arriva come anteprima in versione doppiata in italiano con sottotitoli in inglese.
Domenica 26 luglio “The Rider” di Chloé Zhao porterà nella riserva indiana di Pine Ridge in South Dakota. Tra favola contemplativa e film sociale, Zhao firma una ballata western. Lunedì 27 luglio grande protagonista è la Cordigliera delle Ande in Cile con La Cordigliera dei sogni, film di Patricio Guzman presentato al Festival di Cannes 2019. Dopo essere andato a Nord, nel deserto di Atacama, e in Patagonia per La memoria dell’acqua, Guzmán chiude con questa pellicola la trilogia sul territorio cileno indagato dal punto di vista geografico, culturale ed emotivo.
Omaggio alla storia del cinema invece martedì 28 luglio con il classico “La Dolce Vita” di Federico Fellini. Nel centenario dalla nascita del Maestro e a 60 anni dall’uscita, il film arriva a Villa Erba in una versione restaurata a cura della Cineteca di Bologna. Mercoledì 29 luglio è in programma “La vita invisibile di Eurídice Gusmão” presentato al Festival di Cannes 2019 Miglior Film “Un Certain Regard”.
Giovedì 30 luglio altro film cult: “Dead Man”, punto più alto dell’ispirazione filmica di Jim Jarmusch che realizza un’opera assolutamente unica nel suo genere ambientata lungo il fiume Rogue, nel sud-ovest dell’Oregon e che arriva in visione alle Lake Como Film Nights in edizione restaurata.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.