Cronaca

Sette milioni Cariplo, conto alla rovescia per il campus

altLa città che cambia
Lucini perplesso sulla possibilità di arrivare con un progetto valido entro il 15 novembre

«La corsa contro il tempo per presentare entro il 15 novembre il progetto del campus mi lascia perplesso. Il bando della Fondazione Cariplo è un’occasione importante, ma non deve passare l’idea che questa sia l’unica strada per sviluppare un’opera importantissima per la città quale è la cittadella universitaria nell’area dell’ex ospedale psichiatrico San Martino».
Soppesa ogni parola il sindaco di Como, Mario Lucini. Parlando di campus si muove su un terreno minato, sul quale è facilissimo

fare passi falsi. La scadenza del bando Cariplo per presentare progetti emblematici per il territorio si avvicina. Como ha a disposizione 7 milioni di euro e lunedì prossimo il Tavolo per la competitività dovrà pronunciarsi definitivamente su quale opera indicare come prioritaria. L’ipotesi iniziale, quella del campus appunto, vacilla sotto il peso dei troppi nodi ancora da sciogliere. E prende corpo il progetto di ristrutturazione di Villa Olmo.
«Il progetto del campus mi trova pienamente d’accordo – ha detto Lucini intervenendo al Rotary Club Como Baradello – Ho alcune perplessità sulla possibilità di arrivare con un progetto valido in tutto e per tutto entro il 15 novembre. Non credo sia giusto creare un’aspettativa assoluta su questa scadenza, come se fosse l’unica occasione. Il campus resta comunque un obiettivo sul quale lavorare e da portare avanti».
La Regione sembra aver risolto il problema della cessione dei terreni dell’ex ospedale psichiatrico San Martino, vincolati dalla legge Basaglia. «La disponibilità delle aree sembra ormai certa e per questo è giusto dare atto al lavoro fatto dalla Regione, come aveva garantito il presidente Roberto Maroni – dice il sindaco – Rimangono però due nodi importanti da sciogliere. Il primo tocca l’Università dell’Insubria, che deve mettere a disposizione 4 milioni di euro per la sede di via Valleggio. Il secondo passo riguarda il Politecnico, che deve di fatto mettere nero su bianco la volontà di investire i 4 milioni di euro ottenuti dall’Insubria per il progetto del campus, cioè per una sede che avrà in comodato gratuito ma non di proprietà».
Se questi ostacoli non saranno superati in tempo, sarà impossibile ottenere i finanziamenti del bando di Fondazione Cariplo. «Sarebbe impensabile perdere questa occasione – sottolinea Lucini – Proprio per questo stiamo lavorando a pieno ritmo per completare il progetto di ristrutturazione complessiva e valorizzazione di Villa Olmo, che sarebbe una validissima alternativa e un’opportunità di rilancio di una parte importante della città».
Spazio anche ad un aggiornamento sul tema del cantiere delle paratie. «Sul lungolago è stato fatto un cammino importante – dice Mario Lucini – Riconosco la grande disponibilità del presidente regionale Roberto Maroni. Non altrettanto è accaduto con Infrastrutture Lombarde, che avrebbe dovuto affiancarci nella progettazione definitiva ma in realtà non ha dato questa disponibilità. Nessun problema, ci arrangeremo da soli. Avrebbero potuto dircelo prima, non avremmo perso un mese. In ogni caso, procediamo comunque come previsto. Il cammino è ancora lungo e difficile e sarà impossibile concluderlo per l’Expo 2015, ma contiamo di finire tutto l’anno successivo».

Anna Campaniello

Nella foto:
La cittadella universitaria è prevista nell’area dell’ex ospedale psichiatrico San Martino. La disponibilità delle aree pare certa
7 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto