Settembre caldo al Museo della Seta

una installazione dedicata alla tintoria al Museo della Seta di Como

Settembre è per eccellenza il mese della Cultura. L’8 settembre è la Giornata Internazionale dell’Alfabetizzazione, istituita dall’UNESCO nel 1965 al fine di promuovere i processi di alfabetizzazione e “culturizzazione” nel mondo, come soluzione per le più grandi problematiche mondiali; il 25 e il 26 settembre sono le Giornate Europee del Patrimonio (European Heritage Days), la più grande manifestazione culturale a livello europeo; il 27 settembre è la Giornata Internazionale del Turismo, per la promozione del turismo inclusivo, tassello fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile ed elemento fondante per la crescita sociale, culturale, politica ed economica.
Il Museo della Seta celebra questo settembre culturale con un ricco calendario di eventi e attività che andranno ad arricchire la proposta culturale cittadina. Ecco di seguito il programma degli eventi:

  • Venerdì 3 settembre ore 20.30: Grand Tour By Night Una serata d’estate diversa dal solito, lungo un percorso multidisciplinare a cura del Direttore del Museo che attraverserà il Museo fuori e dentro, parlando di urbanistica, economia, arte, storia, cultura. Un viaggio tra i segreti della seta e della Città di Como, Capitale mondiale della Seta. Costo: secondo tariffazione del Museo. Prenotazione obbligatoria
  • Sabato 4 settembre ore 10.00: Sul filo di seta. Percorso poetico-fotografico Visita guidata e animata in collaborazione con Pietro Berra, presidente di Sentiero dei Sogni. “La mia lingua è un filo di seta…”, scriveva Alda Merini, nipote, come ricorda lei stessa nell’autobiografia Reato di vita, di “un conte di Como e di una modesta contadina di Brunate”. Un percorso alla scoperta della storia di Como città della seta attraverso le sale del Museo, seguendo la poetica suggestione meriniana. L’evento fa parte del progetto Lake como Superstar – Il lago più telegenico d’Italia promosso dall’associazione Sentiero dei Sogni. I partecipanti sono invitati a documentare fotograficamente il percorso e a caricare le immagini su Wikimedia Commons per prendere parte al concorso Wiki Loves Monuments e alla sua sezione locale Wiki Loves Lake Como.
    Visita gratuita. Iscrizione obbligatoria su hiips://www.eventbrite.it/e/biglietti-sul-filo-di-seta-percorso-poetico-fotografico-166423955531


    -Sabato 11 settembre ore 17.00: Decorare la Seta Un appuntamento imperdibile, per scoprire la seta oltre la teoria, addentrandosi nella pratica. Una visita con esperienza per creare e colorare un gadget serico unico e originale attraverso la tecnica della marmorizzazione. Sperimentazione, divertimento, colore e sorpresa sono le parole-chiave di questa visita speciale, da cui ogni partecipante uscirà con un ricordo di seta da tenere sempre con sé.
    Costo: 10 euro. Prenotazione obbligatoria
  • Domenica 19 settembre ore 17.00: Museo Segreto Una bandiera italiana, un antico abito da sposa, una fotografia in bianco e nero che ritrae una donna accigliata. Sono questi tre tra gli oggetti che si incontreranno lungo questo percorso inusuale, alla scoperta di storie inedite, di abiti e di reperti per la prima volta esposti al pubblico. Una visita-narrazione tra storie e aneddoti, curiosità e segreti che riguardano il mondo della seta e i personaggi che l’hanno popolato nel corso dei secoli.
    Costo: secondo tariffazione del Museo. Prenotazione obbligatoria
  • Sabato 25 settembre ore 17.00: Un tesoro d’archivio: Giornate Europee del Patrimonio Una visita guidata in occasione degli European Heritage Days, per svelare al pubblico il patrimonio culturale che il Museo custodisce. La visita seguirà il classico percorso museale e si concluderà con un “approfondimento d’archivio”. Costo: secondo tariffazione del Museo. Prenotazione obbligatoria
    Cosa riserva il Museo ai visitatori?
    Oltre all’esposizione permanente di tutta la filiera serica, il Museo ospita fino al 26 settembre Un Anno in Maschera – Un particolare progetto di fotografia, a cura degli studenti della scuola di Setificio ISIS Paolo Carcano in collaborazione con il fotografo Gin Angri. Un progetto di reportage a sfondo sociale, alla scoperta dell’anno e mezzo di Covid-19, fatto di solitudine e sacrifici, visto attraverso gli occhi degli adolescenti e dei più giovani.
    Il Museo è aperto dal giovedì alla domenica dalle 15.00 alle 19.00. La prenotazione è necessaria per la partecipazione agli eventi. Per prenotare, inviare una mail all’indirizzo e-mail

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.