Settemila vaccinazioni nel mese di ottobre. Entro martedì va consegnata la documentazione

Settemila vaccinazioni nel solo mese di ottobre e oltre 1.500 richieste di prenotazione per effettuare le iniezioni preventive.
La corsa ai vaccini, innescata dalla legge che li ha resi obbligatori per l’iscrizione a scuola, prosegue senza sosta nel Comasco.
L’Asst Lariana è alle prese con migliaia di genitori che chiedono un appuntamento o si presentano per ottenere la documentazione richiesta dagli istituti scolastici.
Proprio martedì prossimo, 31 ottobre, scade il termine per la consegna a scuola della documentazione per i bambini e i ragazzi dai 6 ai 16 anni, ovvero per gli alunni di elementari, medie e dei primi anni delle superiori.
Per essere in regola è necessario presentare il certificato con la situazione vaccinale rilasciato dall’Ats di appartenenza o, in alternativa, la copia del libretto vaccinale o l’apposita autocertificazione. In questo secondo caso, entro marzo dovrà poi comunque essere consegnato anche il certificato originale rilasciato dall’Ats.
Gli ultimi dati dell’Asst Lariana evidenziano un picco di lavoro per il settore. Nel solo mese di ottobre sono state effettuate oltre 7mila vaccinazioni, che si aggiungono alle 60mila somministrate da gennaio a settembre. Rispetto al 2016, il bilancio è di quasi 8mila iniezioni in più.
Agli sportelli continuano inoltre ad arrivare richieste di appuntamento per eseguire le vaccinazioni obbligatorie non effettuate in precedenza. Le pratiche in fase di valutazione sono al momento circa 1.500.
Per quanto riguarda i bambini non vaccinati, tra i 19 piccoli che risultavano inadempienti totali, ovvero che non avevano effettuato alcuna vaccinazione, sono già 11 quelli che hanno iniziato il percorso vaccinale. Tra i 14 finora segnalati dall’Ats come solo parzialmente in regola, 9 hanno completato i vaccini obbligatori.

Articoli correlati