Sfida ai volontari anti-writers. Imbrattata la scalinata della stazione

altI vandali colpiscono ancora
Appena ridipinta è stata riempita di scarabocchi. Sul web la rabbia dei comaschi
(e.c.) Non hanno quasi fatto in tempo a festeggiare la fine dei lavori, che i soliti vandali hanno rovinato tutto. I protagonisti – ma forse in questo caso sarebbe più opportuno parlare di “vittime” – sono i volontari anti-writer dell’associazione “Per Como più pulita”. I quali, proprio nei giorni a cavallo di Ferragosto hanno realizzato uno degli interventi certamente più imponenti della loro breve ma intensa storia.

Armati di spazzole e pennelli, i volontari hanno riverniciato di grigio chiaro tutta la massiccia scalinata che dalla stazione San Giovanni conduce al centro della città. Stesso trattamento per i lampioni della zona e – per chiudere l’opera – non sono state trascurate nemmeno alcune parti a verde dei giardini, nei pressi della struttura.

A dire il vero, questo maxi-restyling non aveva mancato di suscitare qualche dubbio anche in Comune a Como, per una questione di autorizzazioni e per la scelta stessa di colorare con una vernice la superficie che era sempre stata di cemento “naturale”. Ma, al di là di questi aspetti, resta il fatto che la sorpresa apparsa ieri mattina agli occhi dei passanti e dei turisti in arrivo a Como dal maggiore scalo ferroviario è stata comunque sgradevole.
Su entrambi i lati della scalinata, infatti, è comparsa una lunga sequela di scritte e scarabocchi incomprensibili. La grande maggioranza è stata vergata con qualcosa che sembra un pennarello rosso, probabilmente con la punta molto grande. In altri casi, sul parapetto sono apparse vere e proprie macchie di colore. Infine, non mancano almeno un paio di imbrattamenti di colore verde.
Quello che colpisce, però, è la sistematicità con cui è stato portato a termine il vandalismo, visto che, più o meno ogni 2-3 metri, i parapetti recano le scritte in rosso. Un “lavoro”, per così dire, compiuto quasi sicuramente di notte, perché, per quanto scarabocchiate, le scritte sono molte e avranno richiesto diversi minuti.
Fino a sera, l’associazione non aveva commentato l’accaduto e lo sfregio al lavoro più importante.
Nel contempo, però, sui social network si è scatenata la rabbia dei moltissimi cittadini sostenitori dei volontari. In molti invocano la linea dura contro i responsabili e non manca una vasta frangia che propende per una eventuale “rieducazione “ dei vandali a suon di schiaffi. Dei quali, però, finora non c’è traccia.

Nella foto:
Una delle tantissime scritte rosse apparse ieri sulla scalinata della stazione San Giovanni (Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.