Sfiduciato Cenetiempo, la Sosio si “salva”

LE MOZIONI IN CONSIGLIO COMUNALE
Con 18 voti a favore su un totale di 22 consiglieri presenti, visto che sia i rappresentanti del Pdl sia quelli della Lega sono rimasti fuori dall’aula, ieri sera il consiglio comunale cittadino ha approvato la mozione di sfiducia all’assessore Enrico Cenetiempo presentata da Donato Supino (Rifondazione) che ha chiesto le dimissioni dell’esponente della giunta per le modalità di gestione del patrimonio comunale. L’approvazione della mozione di sfiducia, va precisato, non avrà alcune effetto concreto perché l’unico che può revocare gli assessori è il sindaco e Stefano Bruni non ha alcuna intenzione di farlo. Respinta, invece, con 10 voti favorevoli e 10 contrari, la mozione di sfiducia presentata dal consigliere Luigi Bottone contro l’assessore al Commercio Etta Sosio, anch’ella del Pdl e finita sotto tiro per la bufera sui chioschi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.