“Sfrattati” oltre 1.300 allievi. A rischio una settantina di corsi

Università della Terza Età

(a.cam.) Lezioni a rischio per gli oltre 1.300 iscritti dell’Università della Terza Età (Ute) dopo il mancato rinnovo del comodato d’uso gratuito della sede di via Palestro. I locali, di proprietà del Comune di Como, erano stati messi a disposizione dell’ente ormai dal 1988. Ora, però, l’attuale amministrazione non ha confermato la disponibilità degli spazi e l’attività potrebbe essere sospesa.
Al momento, gli iscritti all’Ute continuano a frequentare le lezioni in via Palestro. «Dal primo gennaio scorso, però, di fatto siamo abusivi perché il

comodato d’uso non è stato rinnovato – dice il presidente, Sergio Masciadri – Nonostante le continue rassicurazioni che ci vengono date dal Comune, al momento non abbiamo una sede a disposizione». Per partecipare alle attività, gli iscritti – oltre 1.300 – pagano una quota annuale di 40 euro. Tutti i collaboratori dell’Ute, che in un anno organizza 72 corsi e circa 280 conferenze, prestano servizio volontariamente.
«Abbiamo un bilancio di circa 60mila euro l’anno – spiega Masciadri – con i quali paghiamo le spese di luce, riscaldamento e telefono e l’unico dipendente, un addetto alla segreteria. Peraltro, copriamo i costi dell’elettricità anche per lo spazio gioco, che è gestito dal Comune. Per il riscaldamento c’è un contenzioso aperto: ci chiedono 13mila euro l’anno senza averci mai mostrato chiaramente i nostri consumi».
Il presidente dell’Ute lavora dalla fine dell’anno scorso per risolvere la questione della sede. «Siamo entrati anche a far parte del sistema bibliotecario e da febbraio saremo un punto di prestito aperto a tutta la città – aggiunge Masciadri – Per la terza età facciamo un’attività importantissima e per questo ci è sempre stata concessa gratuitamente la sede. Ci auguriamo che il Comune voglia risolvere il problema e ci rinnovi il comodato d’uso gratuito. Diversamente, non sappiamo come andare avanti».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.