Sfregiato con le forbici da giardino, il presunto aggressore è un 14enne

Carabinieri di Mariano Comense

La vittima aveva spiegato alle forze dell’ordine di non conoscere il suo aggressore, ma dopo poco più di dieci giorni i carabinieri di Mariano Comense sono arrivati a denunciare un 14enne (di cui omettiamo le generalità per la tutela dei minori coinvolti) per lesioni personali gravi e aggravate e dell’uso di oggetti atti a offendere contro un altro minorenne.

Una lite pero motivi banali, probabilmente per uno sguardo di troppo tra il 13enne (vittima) e il 14enne (aggressore) avvenuta in strada lo scorso 6 agosto, era un caldo venerdì sera, a Cabiate.

Il ragazzino poco più grande ha utilizzato un grosso paio di forbici, delle cesoie da giardinaggio, per colpire l’avversario.

Un fendente ha colpito al viso il 13enne, un secondo a una mano, alzata probabilmente per difendersi. Subito soccorso e portato in ospedale, al ragazzino era stata data una prognosi di venti giorni. Con la denuncia era scattata anche la caccia all’aggressore, che la vittima affermava però di non conoscere.

I carabinieri della tenenza di Mariano hanno però assunto informazioni e visionato le telecamere di alcuni esercizi nei dintorni dell’aggressione, fino a rintracciare il presunto colpevole.
Un coetaneo della vittima, appunto, che ora deve rispondere di lesioni e spiegare ai giudici del Tribunale dei minori il motivo di tanta violenza e dell’uso per colpire di un oggetto estremamente pericoloso, oltre che la provenienze delle stesse forbici da giardiniere utilizzate per colpire quella sera.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.