Shapiro, nuovo singolo comasco

Shel Shapiro con Filadelfo Castro a sinistra

Pubblicato online il video di “Non dipende da Dio” (youtu.be/NwP55ZGu8bQ), il nuovo singolo del pioniere della musica rock in Italia Shel Shapiro, che anticipa un album di prossima uscita. Nel video, girato da Nicolò Novali, l’artista intraprende un viaggio da autostoppista per arrivare al suo prossimo concerto. Durante il viaggio in auto, come spesso accade, si trova ad osservare e a riflettere sulle contraddizionidi quest’epoca, sulle problematichedelle nuove generazioni, su storie di libertà negata, come quelle di Navalny, Regeni, Zaki, e su come la pandemia abbia condizionato la nostra vita. Strada facendo incontra anche una donna intrigante (interpretata da Lisa Zonato) che diventa la sua compagna in questo viaggio.
«Il video rappresenta una riflessione sulla capacità o meno di ragionare con la propria testa.» -dichiara Shapiro.

Prodotto dal comasco Filadelfo Castro e composto dallo stesso Shel, che ha scritto anche il testo insieme a Riccardo Borghetti, “Non dipende da Dio” è un brano apparentemente personale e autobiografico ma, in realtà, cela una riflessione sul percorso della vita e della crescita di tutti noi in generale, sottolineando che ognuno di noi è artefice del proprio destino. L’ esclusivo formato in vinile 45 giri di “Non dipende da Dio”è disponibile in versione autografata dall’artista al seguente link: www.azzurramusic.it/it/component/virtuemart/vi1014_non-dipende-da-dio

Autore, arrangiatore e produttore ma anche attore di cinema, tv e teatro Shel Shapiro è un artista a 360 gradi, testimone e protagonista delle trasformazioni culturali dagli anni ’60 fino ad oggi.

Shel Shapiro nasce in Gran Bretagna da una famiglia ebrea di origini russe. All’inizio della sua attività di musicista in Italia ha rappresentato con grandissimo successo la più efficace e credibile presenza “beat” nel panorama musicale nazionale. La sua musica è diventata colonna sonora di quella generazione e i suoi concerti, ancora oggi, riescono a catalizzare l’attenzione di un pubblico trasversale, dai “giovani” della beat generation anni sessanta alle nuove generazioni. Mia Martini, Patty Pravo, Gianni Morandi, Mina, Raffaella Carrá, Riccardo Cocciante, Ornella Vanoni, Paco De Lucia, Luca Barbarossa, Carlos Beneven, I Decibel e Enrico Ruggeri, Bill Conti, Quincy Jones, Paul Buckmaster, Jose Luis Rodriguez: sono soli alcuni dei nomi con cui Shel Shapiro ha avuto collaborazioni artistiche.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.