“Shéhérazade” apre la stagione sinfonica

alt

Violoncello solista sarà il celebre maestro Enrico Dindo

La potente bellezza delle note di Dvorak e il fascino orientale delle Mille e una notte interpretate da Rimskij-Korsakov. Così, giovedì 14 novembre, si apre la nuova stagione sinfonica del Teatro Sociale di Como. Il concerto “Shéhérazade” su musiche di Dvorak e Rimskij-Korsakov con Josè Luis Gomez Rios a dirigere l’Orchestra 1813 vedrà un illustre solista al violoncello, Enrico Dindo (nella foto), che eseguirà il Concerto per violoncello op. 104 di Dvorak, una delle pagine tra le più note

ed eseguite nel repertorio solistico per lo strumento. Enrico Dindo si è imposto all’attenzione internazionale vincendo nel 1997 il primo premio al Concorso “Rostropovich” di Parigi. Da quel momento la sua attività concertistica lo ha portato ad esibirsi con le più prestigiose orchestre del mondo. Attualmente è direttore stabile dell’Orchestra da camera “I solisti di Pavia” e docente al Conservatorio di Lugano. Suona un prestigioso violoncello Pietro Rogeri del 1717 affidatogli dalla Fondazione Pro Canale.
Il concerto – organizzato in collaborazione con il Circolo Vincenzo Bellini di Moltrasio e con il Conservatorio di Como – nella seconda parte proporrà invece l’esecuzione della suite sinfonica Shéhérazade del compositore russo Rimskij-Korsakov, opera ispirata ad alcuni racconti della raccolta delle Mille e una notte. Prima del concerto, giovedì alle 18.30, Enrico Dindo incontrerà il pubblico nel foyer del Teatro. Il concerto avrà inizio alle 20.30. Info e biglietti: 031.27.01.70.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.