«Shopping di Natale in aumento. Ma rimane il problema-parcheggi»

«I pacchetti sono aumentati». Giansilvio Primavesi, presidente di Confcommercio Como, traccia un primo bilancio delle vendite nel periodo natalizio. «Tengo a precisare – dice – che non abbiamo ancora numeri. Per ora ci limitiamo a sensazioni e al confronto che c’è stato con i colleghi».
«Gli acquisti sono stati incrementati – spiega ancora Primavesi – anche se poi bisogna vedere che cosa c’era nei pacchetti». Il che significa che a fianco dei tradizionali regali, in molti casi ci possono essere stati pensierini per così dire low cost.
In ogni caso i prodotti tradizionali – ad esempio la cravatta – sono stati come sempre gettonati. «Devo dire di aver notato una crescita dei regali di tipo gastronomico – aggiunge Primavesi – I cesti di dolci, i vini di qualità hanno avuto un buon incremento».
Sempre a proposito di Natale, a Como nei giorni scorsi è stato registrato un aumento delle presenze, sia per la caccia al regalo, sia per le manifestazioni e iniziative che sono state organizzate. Ma ancora una volta si è riproposto l’atavico problema della mancanza di parcheggi.
«L’atmosfera era sicuramente bellissima – dice il presidente dei commercianti – e la gente era tanta. Purtroppo, quando parliamo di parcheggi, tocchiamo un tasto dolente. Perché magari la gente gira per ore in macchina, poi trova un posto e viene in centro. Ma la prossima volta potrebbe anche rinunciare per evitare code e stress».
«È un problema. Perché è come preparare una bellissima tavola imbandita e poi non dare le sedie agli ospiti».
A proposito di negozi. Un comasco la notte della vigilia ha girato e salvato un filmato sul sito Youtube e, pur senza, commento, ha voluto ironizzare su una, a suo dire, mancata predisposizione delle vetrine verso il Natale. Primavesi risponde: «Prima di tutto ringrazio questa persona per la segnalazione perché significa che ci tiene. Posso dire che in ogni negozio c’era un richiamo, più o meno grande al Natale. Ma, soprattutto, mi rifaccio al discorso di prima: se pensiamo a quello che è stato fatto, per esempio al Como Magic Light Festival e alle tante iniziative organizzate, l’atmosfera era bellissima».
«Al di là del singolo esercizio, penso che sia giusto dare un giudizio complessivo rispetto alla nostra città: e la tanta gente che è scesa in centro, arrivando anche da lontano, lo ha testimoniato».
E tra poco prenderanno il via i saldi (martedì 5 gennaio). Un appuntamento sempre molto importante per i commercianti. «Sicuramente, anche se magari hanno un po’ perso la carica che avevano in passato. L’aumento degli outlet, dei temporary store e di offerte speciali hanno di fatto dato agli utenti molte più opportunità nel corso dell’anno».
«Ma in ogni caso – sostiene Primavesi – ci possono essere sempre belle opportunità. Basta saper cercare bene: magari chi ha adocchiato un maglione che gli piaceva, per fare un esempio, ora lo può trovare al 20-30% in meno. È sempre un bel risparmio».

Articoli correlati