Si cercano i soldi prima dei fiocchi

Piano neve senza risorse
Emergenza neve. Non è ancora caduto un solo fiocco ma già si cercano di recuperare risorse ulteriori per incrementare le cifre attualmente messe in bilancio per il piano neve di Como. Cifre giudicate insufficienti.
Nei giorni scorsi, l’assessore alla Viabilità, Stefano Molinari, aveva detto di poter disporre, fino a dicembre 2011, di soli 250mila euro. Identica cifra da gennaio a marzo 2012.
E proprio in questi giorni, verrà esaminato, in sede di discussione dell’assestamento

di bilancio, un emendamento presentato dal consigliere comunale Pasquale Buono (Misto) con il quale si chiede di destinare altri 255mila euro al piano neve. Somma da recuperare dalla mancata sottoscrizione del capitale sociale di Villa Erba.
Un ulteriore emendamento del consigliere Vincenzo Sapere chiede invece di utilizzare la cifra relativa a Villa Erba per il rifacimento degli impianti di illuminazione pubblica. Le somme domandate da Buono servirebbero a garantire una maggior copertura delle operazioni necessarie in caso di nevicate. Lo stesso assessore Molinari, nei giorni scorsi, aveva sostenuto che sarebbero stati necessari almeno 600mila euro in più rispetto a quanto attualmente presente in cassa.

Fabrizio Barabesi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.