Si è insediato il nuovo prefetto Bruno Corda. «Consapevole dell’onore e delle responsabilità»

altCambio della guardia in via Volta
Dopo la lettera aperta del suo predecessore, Michele Tortora, trasferito a Ferrara, ieri il nuovo prefetto, Bruno Corda, ha voluto salutare i comaschi nel giorno dell’insediamento ufficiale in via Volta.
Dopo i saluti al mondo istituzionale, economico e culturale del territorio, Corda – in una nota diffusa nel pomeriggio – si è detto «consapevole dell’onore e, nel contempo, della grande responsabilità di operare in una provincia così ricca di storia e contraddistinta da tradizioni di

esemplare civiltà, laboriosità e dinamismo, profonda cultura e rispetto della legalità». Alla luce del momento di crisi economica, Corda ha invitato «le istituzioni al fine di compiere un ulteriore sforzo per contribuire a migliorare la qualità della convivenza civile».
«I principi ispiratori della mia attività – ha sottolineato il nuovo prefetto – saranno costituiti da un lato dall’esigenza di salvaguardare la coesione sociale, assicurando la dignità della persona e l’esercizio dei diritti fondamentali a tutti i cittadini, con un’attenzione particolare alle fasce più deboli e indifese e, dall’altro, dalla ricerca della leale cooperazione tra le istituzioni partendo dalle autonomie locali, che costituiscono il primo tramite con la società civile, per dare concretamente avvio a un nuovo e più partecipato rapporto con la collettività».

Nella foto:
Il nuovo prefetto, Bruno Corda

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.