Si è spento l’ingegnere Giulio Veronesi: nel ’56 fu assessore al Piano Regolatore

Giulio Veronesi

Si è spento domenica notte, l’ingegnere Giulio Veronesi, aveva 96 anni. Firmò nel 1956, da assessore della giunta di Lino Gelpi, il Piano Regolatore del Comune di Como.
Ingegnere meccanico, laureato al Politecnico di Milano, Veronesi lascia l’amata moglie Natalia Veronesi Prada, altra persona notissima, per aver esercitato la professione di pediatra e neonatologa, otre che autrice di poesie.
Giulio e Natalia hanno avuto cinque figli e sono diventati da tempo nonni e bisnonni. Veronesi ha vissuto una vita piena in ogni campo. È stato a lungo il presidente diocesano di Azione Cattolica. «Era sempre alla ricerca, in ascolto e in dialogo con tutti, secondo lo stile del Cardinal Martini, anche nelle iniziative culturali che proponeva» ricorda un amico. Per 22 anni lavorò in Ticosa, dal 1946 al 1968. Da mezzo secolo era iscritto in Tribunale di Como come consulente. Il funerale si terrà domani (mercoledì 3 luglio) alle 10 a Sant’Agostino a Como.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.