Si incendia l’auto: 35enne ustionato a una mano

In via Cecilio a Rebbio
Paura ieri nel primissimo pomeriggio in via Cecilio a Como. Una Mercedes che stava percorrendo la via in direzione dello svincolo che conduce all’autostrada, è andata completamente distrutta dalle fiamme divampate dal motore e il guidatore è rimasto ustionato. Trasportato all’ospedale Sant’Anna, non sarebbe comunque grave.
Tutto è avvenuto alle 13.40. Minuti interminabili e di grande paura. quelli andati in scena nella trafficata via di Rebbio, con fiamme altissime, l’auto trasformata
in un rogo e il fumo nero a avvolgere qualunque cosa.
Sono ancora da capire le cause di quanto successo. Secondo i primi accertamenti compiuti dai vigili del fuoco di Como intervenuti sul posto, la vettura, per cause accidentali, ha improvvisamente preso fuoco al motore dove si sono sprigionate le prime scintille. Il conducente, un 35enne, è riuscito a fermarsi e accostare sul ciglio della strada. Grande spavento per lui e per gli automobilisti che passavano in quel momento quando l’auto ha completamente preso fuoco. L’uomo, 35 anni, è rimasto ustionato a due dita della mano mentre cercava di aprire il cofano motore che proprio in quel momento veniva avvolto dalle fiamme. Soccorso dall’ambulanza del 118, l’uomo è stato portato d’urgenza al vicino ospedale Sant’Anna di San Fermo, ma per fortuna non è grave.
Il rogo è stato spento, come detto, dai vigili del fuoco di Como intervenuti con l’autopompa insieme ai carabinieri che hanno chiuso la strada.
Per le operazioni di spegnimento e soccorso si è reso necessario, infatti, bloccare la viabilità lungo via Cecilio.
Le cause dell’accaduto sono ora al vaglio degli inquirenti.

Nella foto:
Un momento dell’intervento dei vigili del fuoco di Como in via Cecilio a Rebbio per il rogo di un’auto (foto Vv.F. Como)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.