Si nasconde in Inghilterra: scovata dalle foto sui Social

Irreperibile dopo una condanna a cinque anni, una donna residente in provincia di Como è stata trovata e fermata in Inghilterra, vicino a Londra, dove si era trasferita sperando di “scomparire”. Le forze dell’ordine l’avrebbero rintracciata grazie alle foto pubblicate su Facebook dai figli. Partendo dalle immagini, i carabinieri, in collaborazione con i colleghi inglesi, hanno individuato la donna a Bicester, un paese dell’Oxfordshire, nella zona nord-ovest di Londra, dove sembra vivesse da almeno due anni.

La donna, nata a Torino ma residente nel Comasco, è stata condannata a cinque anni per vari reati tra i quali truffa, appropriazione indebita e calunnia. Nel 2009 aveva accusato il datore di lavoro di una violenza sessuale, rivelatasi poi inventata. In Inghilterra, secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, la donna avrebbe continuato a dedicarsi alle truffe informatiche. In particolare, avrebbe venduto online prodotti tecnologici che in realtà, dopo aver incassato i soldi, non inviava agli ignari acquirenti.

Nel 2015, la donna è stata raggiunta in Inghilterra dai figli. Partendo dai profili social dei ragazzi, gli investigatori sono riusciti a individuare la nuova residenza della ricercata, che si è poi tradita definitivamente noleggiando un’auto utilizzando la sua reale identità. È stata arrestata ed è in attesa dell’estradizione.

Articoli correlati