Si offre di dare un passaggio per il carnevale: rapina e violenta una donna

Arrestato un 31enne algerino. La vittima è una 40enne brasiliana che con un amico (anche lui rapinato) stava andando a Bellinzona

Si è offerto di dare un passaggio a un uomo e una donna che volevano andare al carnevale di Bellinzona, ma che avevano perso il treno. Un pretesto usato da un algerino di 31 anni per rapinare la coppia e violentare la signora, una 40enne residente in provincia di Varese. Il fatto, di cui si è appreso solo oggi, risale a venerdì scorso. I due amici, lei brasiliana in Italia da tanti anni e lui italiano, conoscono lo straniero alla stazione Como San Giovanni.

Lui è alterato dall’alcol  finiscono con il perdere il treno. A questo punto l’algerino si offre di portarli in macchina fino a Bellinzona. Vanno a prendere il veicolo lasciando la donna in stazione ad aspettare. Al ritorno, la 40enne brasiliana non vede più l’amico. “Tranquilla, è lungo la strada che ci aspetta”, dice l’algerino. La donna si fida e sale in auto provando nel frattempo a contattare l’amico sul cellulare che però squilla nella tasca dell’uomo che è al volante. Ormai è però troppo tardi per scappare. La signora 40enne viene portata in una zona appartata di Grandate e, dopo essere stata rapinata del cellulare e della borsetta, viene picchiata (21 giorni si p’rognosi) e costretta ad avere un rapporto sessuale con il 31enne. La brasiliana riesce alla fine a scappare a chiamare i carabinieri di Fino Mornasco, fornendo anche precisi elementi per risalire all’aggressore che viene ritrovato due giorni dopo nel pressi sempre della stazione di Como San Giovanni. L’uomo è stato arrestato. Le contestazioni parlano di una doppia rapina – alla donna e al suo amico (che nel frattempo era finito al pronto soccorso del Valduce) cui era stato sottratto il cellulare – e della violenza sessuale alla 40enne.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.